Come pulire i carciofi – tecnica facile –

                     Oggi vi spiegherò come pulire i carciofi, in pochi step !

carc1

 

Ovviamente più utili saranno le immagini che le parole per cui più che scrivere stavolta ho fotografato i passaggi per la pulizia dei carciofi. Cosa che non vedrete ma che vi consiglio di adottare è l’uso dei guanti, magari in lattice o vinile, ciò vi consentirà di tener bene il coltello e “sentire” i carciofi (della serie “predica bene e razzola male”). Come ben sapete a  pulire i carciofi che rilasciano un colore scuro antiestetico,ci si fa nere le mani, infatti io per poi per levarlo ho dovuto usare la candeggina e questo non fa affatto bene alla pelle, ahimè !!! Inutile dilungarmi (cosa che ho fatto nelle ricette) sui benefici di  questi ortaggi ora procedo …

                                Come pulire i carciofi

eliminare le foglie ...
eliminare le foglie …

Iniziare eliminando le foglie esterne e recidere la parte del gambo più dura, anche parte del gambo è ottima per cui lasciamone una parte.

pulire il gambo ...
pulire il gambo …

Eliminare, con un coltellino la parte esterna del gambo, ne rimarrà il cuore centrale tenero e saporito come i carciofi.

eliminare le parti esterne ...
eliminare le parti esterne …

Del carciofo eliminare le foglie più dure esterne strappandole via con le mani e tagliare le parti più dure del residuo del gambo.

 

tagliare la parte iniziale ...
tagliare la parte iniziale …

Tagliare la parte iniziale delle foglie, senza esagerare la cottura renderà tutto più morbido.

togliere la "barba" ...
togliere la “barba” …

Dividere in due il carciofo, ovviamente se non serve intero, ed eliminare la “barba”, cioè quella peluria al centro del carciofo, con la punta del coltellino. Fate attenzione in questo passaggio a non andare troppo a fondo perché dall’altra parte c’è la vostra mano ! 

Preparate una terrina dell’acqua fresca acidulata con limone, a seconda della quantità dei carciofi valutate se mettere 1/2 o 1 limone ( io fino a 3 ne uso metà). Premere e mettere tutto il limone nell’acqua, questo passaggio non farà ossidare i carciofi fino al momento della cottura.

Ovviamente tagliate i carciofi in base alla ricetta che dovrete realizzare.

Come sempre se avete qualche suggerimento o se vi è piaciuta la spiegazione fatemelo sapere… perché son CURIOSA !

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.