Crea sito

Tigelle o crescentine con farina di segale

Tigelle o crescentine con farina di segale

Le tigelle vengono chiamate e preparate in molti modi. Noi nel modenese le chiamiamo tigelle ma in realtà sono crescentine.

Il nome tigelle deriva dai dischi di pietra refrattaria che si usavano per la cottura delle crescentine, molti anni indietro prima dell’arrivo delle tigelliere a gas, da posizionare su fornello o elettriche.

Questi dischi venivano disposti in colonna e alternati con una crescentina, davanti al camino acceso. Il nome tigella è stato dato da noi, che abitiamo in pianura per distinguerla dalla crescentina fritta bolognese che nel modenese equivale al gnocco fritto.

La ricetta che faccio di solito non è questa, però devo dire che la variante con farina di segale mi ha soddisfatto.

Tempo di preparazione: 15 minuti

Tempo di lievitazione: 120 minuti

Tempo di cottura: 10 minuti

Ingredienti:

  • 300 gr di farina 00
  • 200 gr di farina di segale
  • 300 gr di latte
  • Una bustina di lievito di birra liquido
  • 20 gr di olio extravergine di oliva
  • Sale

Procedimento:

  • Nella ciotola della planetaria mettete il latte tiepido le farine e il lievito;
  • Impastate alcuni minuti salate e unite l’olio;
  • Continuate ad impastare aggiungendo latte o acqua, se serve;
  • L’impasto al termine deve essere omogeneo malleabile e non troppo molle, come un impasto per il pane;
  • Lavorate l’impasto dando una forma allungata;
  • Ricavate delle porzioni di pasta della dimensione di un mandarino;
  • Stendete un canovaccio su di un vassoio;
  • Schiacciate leggermente i piccoli panetti di pasta ed appoggiateli sul vassoio che avete preparato;
  • Teneteli distanziati tra loro, lieviteranno e non devono toccarsi;
  • Volendo potete stenderli leggermente con il mattarello;
  • Coprite con un altro canovaccio e fate lievitare almeno 2 ore, lontano da correnti d’aria;
  • Preparate la piastra per cuocere le tigelle, riscaldandola da entrambe le parti;
  • Appoggiate un panetto lievitato all’interno di ogni del foro che avete nello stampo;
  • Fate cuocere per 10 minuti circa girando la piastra a metà cottura.

Tigelle o crescentine con farina di segale

13 Risposte a “Tigelle o crescentine con farina di segale”

  1. oh mamma avevo sentito tutta questa diatriba su tigelle/crescentine dalla Lunardini….sai che ti dico? chiamatele come volete tanto io son piemontese ma le mangio con qualunque nome e in qualunque versione! le preparei anche ma senza tigelliera mi sa che si fa fatica:-)

  2. Molto interessante, infatti io ho avuto la fortuna di provare il gnocco fritto che è buonissimo, ma le tigelle che hai fatto tu sembrano ancora più buone, per cui grazie della ricetta e mi toccherà provare, buona serata!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.