Crea sito

Streghette

Streghette
La ricetta delle streghette di oggi, è nata pensando e ripensando a ciò che potevo fare con l’esubero di pasta madre. Alla fine ho deciso che sarebbe stata la ricetta giusta per non buttare la parte di pasta che rimane quando faccio i rinfreschi.

Basta conservarla in un contenitore in frigo tutta assieme, oppure utilizzarla di volta in volta. Forse utilizzarla poco per volta è meno faticoso, soprattutto per la lenta cottura in padella.La cottura in se non è complicata ma avendone molte da cuocere, con queste quantità di ingredienti, è stata un poco lunga. Nel caso aiutatevi con il forno.

Tempo di preparazione: 15 minuti

Tempo di cottura: 10 minuti per ogni padella

Difficoltà: media

Porzioni: 6

Ingredienti:

  • 300 g di resti di rinfreschi di pasta madre
  • 300 g di farina setaccio mulino Marino
  • 340 g di acqua

Procedimento:

  • Nella planetaria mettete i resti di pasta madre, la farina e l’acqua.
  • Azionate e impastate fino ad ottenere un composto compatto e sodo come quello per il pane.
  • Stendete la pasta con la macchina per la sfoglia, abbastanza sottile.
  • Se avete tempo e siete più brave di me stendetela con il mattarello, ma sempre molto sottile.
  • Dalla pasta stesa ricavate delle strisce con una rotella per tagliare la pasta.
  • Con un pezzetto di carta di cucina intriso di olio, ungete una padella antiaderente (solo la prima volta).
  • Mettetela sul fuoco e riscaldatela.
  • Cuocete le sfogliatine di pasta girandole da entrambe le parti per circa 10 minuti.
Print Friendly, PDF & Email

21 Risposte a “Streghette”

    1. si puoi fare tutto a mano ciò che fai in planetaria…regolati di conseguenza con i liquidi ma la differenza non è molta…la planetaria è solo una comodità ma i dosaggi si differenziano veramente di poco dal impasto tradizionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.