Lievito madre con il bimby tm21

Print Friendly, PDF & Email

Lievito madre con il bimby tm21Oggi vediamo la facile ricetta per fare il lievito madre con il bimby tm21.

Il lievito madre o pasta madre, è una preparazione bella e naturale che dà soddisfazione. E’ molto più complicato spiegare il procedimento che farla in verità.

Ho scelto questa ricetta perchè è la più semplice in assoluto, perfetta per me che non sono espertissima in materia; con questa pasta ti  garantisco che avrai ottimi risultati senza troppo impegno.

La parte di composto in eccesso che togli quando fai i rinfreschi, non buttarla (anche se molti lo fanno) sarebbe un vero peccato; puoi utilizzarla subito così com’è, o aggiungendo farina e acqua, per preparare cracker e grissini secchi.

Ti lascio la fonte della ricetta e se ti servono approfondimenti su Cookaround puoi trovare tutte le risposte, ci sono persone bravissime ed esperte in questa preparazione.

Se non possiedi il bimby puoi anche impastare tradizionalmente sul tagliere, le esperte dicono che sia anche meglio. 😉

Tempo di preparazione: 2 minuti

Tempo di riposo: 48 ore

Contenitore: di vetro con coperchio

Quantità di lievito madre da usare per panificare: 150/200 gr di lievito per 500 gr di farina  (300 gr di acqua circa)

Come fare il lievito madre con il bimby tm21

Ingredienti che ti servono per fare il lievito madre con il bimby:

  • 200 gr di farina
  • 90 gr di acqua
  • 1 cucchiaio di miele
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva

Procedimento:

  • Metti tutti gli ingredienti nel bimby.
  • Aziona, 2 Min. a Vel. Spiga.
  • Forma una palla di pasta molle e mettila nel contenitore di vetro.
  • Fai un incisione a croce sulla superficie e metti il coperchio.
  • Lascia il contenitore con la pasta a temperatura ambiente per 48 ore.
  • Passate le 48 ore la pasta sarà raddoppiata di volume.
  • Preleva 200 gr di pasta e mettila nel bimby.
  • Procedi nuovamente allo stesso modo iniziale, aggiungi 200 gr di farina e 90 gr di acqua (Aziona, 2 Min. a Vel. Spiga.).
  • Il lievito madre sarà pronto per essere utilizzato dopo 2 settimane dalla sua creazione.
  • Nelle 2 settimane di crescita del lievito ( e cioè prima che sia pronto per essere utilizzato ufficialmente) cerca di fare almeno 2 rinfreschi settimanali seguendo il procedimento iniziale.
  • Per mantenere viva la pasta, fai 1 rinfresco ogni 2/3 giorni, in caso contrario la pasta smetterà di crescere e non riuscirai più ad utilizzarla per panificare.

Scopri alcune ricette che puoi fare con il lievito madre

Consigli per fare il lievito madre con il bimby tm21

Nella fase iniziale delle 48 ore, metti il contenitore con la pasta lontano da correnti d’aria che potrebbero bloccare la fase di lievitazione. Io utilizzo il forno a microonde, spento e chiuso, in questo modo la temperatura rimarrà costante e senza correnti d’aria.

Quando decidi di panificare, ricordati di fare almeno un rinfresco nei giorni precedenti, otterrai un pane stupendo.

Ti è piaciuta questa ricetta? Hai provato a farla? Se hai suggerimenti da darmi scrivili qui sotto nei commenti.

45 Risposte a “Lievito madre con il bimby tm21”

    1. si è vero ora si vede ovunque…io non ne sono particolarmente fanatica…mi piace utilizzare diversi aggeggi in cucina…però alcune cose le faccio solo con lui…:)

  1. Il lievito madre è un pensiero che mi gira per la testa da molto tempo, ma non ho ancora trovato il coraggio di provare…Grazie per questa ricetta, chissà forse ci provo.Buon fine settimana.

    1. non è molto complicato a mio avviso…anzi a volte lo strapazzo più del dovuto…ma come per tutte le cose deve suscitare il nostro interesse…allora riesce di sicuro!!

    1. il rinfresco lo faccio come descritto…con 200 gr di lievito madre e 200 gr di farina più 90 gr di acqua…a volte 100 dipende da come si comporta il lievito…lo conservo in un contenitore di vetro in frigo ogni volta che lo utilizzo ne rinfresco 200 gr e lo conservo…ma forse non ho capito bene ciò che vuoi sapere…

    2. Grazie, hai capito benissimo. Coomunque il rinfresco lo fai mano non col bimby giusto? Sono titubante da anni perchè l’idea di fare qualche cosa che potrebbe morire mi inquieta. Mi sa di effetto tamagochi.Grazie

    3. no no…ripeto l’operazione iniziale tutta con il bimby come fosse la prima volta….200 g di lievito madre, 200 g di farina e 90 g di acqua a volte 100 g dipende se dalla consistenza…ma è un impasto perfetto x il bimby vai tranquilla….non pensare a quel giochino che ricordo bene…inquietante al massimo…pensa ad un semplice impasto di pane…

  2. Sono tentata di provare anche io, ma… ogni quanto tempo va rinfrescato? E una volta rinfrescato il lievito madre Va utilizzato subito, vero? O si riesce a conservare un pochino?o

    1. Ciao, il lievito madre si conserva tutta la vita se lo mantieni rinfrescato almeno 1-2 volte alla settimana. A me è morto perchè l’ho trascurato. Io le parti che tolgo quando faccio il rinfresco le utilizzo anche il giorno dopo per fare grissini o cracker. Nei link che ho messo nella pagina ci sono informazioni più precise se io non sono stata abbastanza chiara. Ma è più complicato spiegare che fare. Ciao

    1. Ciao, allora, io per fare il pane con il lievito madre, parto sempre con 500 gr di farina e 150/200 gr di lievito madre, il liquido normalmente si aggira sui 300 gr che doserai poco per volta mettendo o togliendo ciò che serve. Più 20 gr di olio extravergine. Considera che il lievito madre giovane lievita più lentamente e ti conviene utilizzarne un po’ di più. I tempi di lievitazione sono molto più lunghi se li confronti con il lievito classico ( almeno 4/5 ore, influisce molto anche la temperatura dell’ambiente). Se parti da queste dosi otterrai una pagnotta da 1 kg circa. Spero di averti aiutata. Buona panificazione!

  3. ciao ,volevo sapere dopo quanti rinfreschi posso utilizzare il lievito madre ?supponendo che vada tutto bene.grazie.

    1. Ciao, andrà bene sicuramente in questo modo è molto semplice. Io la parte di “scarto” del rinfresco non la butto e la utilizzo subito, aggiungendo la farina che manca per rendere lavorabile l’impasto. La parte rinfrescata di volta in volta è utilizzabile dopo 2 settimane circa e più sarà “vecchio” il lievito madre migliore sarà. Tienimi informata!

  4. ciao il procedimento per il rinfresco è chiarissimo volevo sapere invece come procedi per la preparazione del pane (modalità di impasto e tempi) grazie mille

  5. Ciao, di solito utilizzo 200 g di lievito madre per 500 g di farina, e aggiungo acqua poco per volta fino ad arrivare ad un impasto della giusta consistenza. Ho provato anche con la planetaria e funziona bene è comodo. I tempi di lievitazione sono quasi il doppio rispetto all’impasto con il lievito di birra classico e la temperatura fa la differenza. Puoi comunque aggiungere appena una puntina di lievito di birra per aiutare la lievitazione se l’ambiente non è abbastanza caldo. Io ho la stufa in casa e affinché lieviti bene lo posiziono in un contenitore con un canovaccio sopra, umido è meglio, abbastanza vicino alla stufa. E lo lascio li fino al raddoppio del suo volume. Impasto nuovamente e lo appoggio nella teglia su un foglio di carta da forno, faccio una incisione sopra e lascio lievitare nuovamente. Metto la teglia in forno a 180/190 gradi e cuocio per circa 35 minuti. Dopo le prime volte si prende la mano e viene naturale questo lavoro. Prova ne vale la pena.

  6. ciao vorrei provare a fare il lievito madre.Basta rinfrescare solo 2 volte? Quanto di conserva e come si conserva. Lo posso surgelare? e in che proporzioni si usa per il pane , la pizza etc etc. Grazie

    1. Ciao, come dicevo sopra, io utilizzo 200 g di lievito madre per 500 g di farina e acqua o latte fino ad ottenere l’impasto della giusta consistenza. Lo rinfresco 2 volte alla settimana e vedo che funziona così senza troppo impegno. Si conserva nel frigorifero per tutto il tempo che lo curi, anche per tutta la vita, in un vaso di vetro con coperchio che sigilli bene o te lo troverai sparso per tutto il frigorifero…considera che più invecchia migliore sarà. Per il congelamento ti lascio un link dove ti spiegano come fare, anche se non lo trovo utile. Se lo rinfreschi in modo costante e lo mantieni attivo è sempre nel tuo frigorifero ogni volta che ti servirà. http://www.ilsolleticonelcuore.com/2013/03/lievito-madre-congelato.html

  7. ciao scusami ma non ho capito bene, nella spiegazione dici che dopo 48 ore riprendi e fai lo stesso impasto. dopo dici che lo utizzi dopo 2 settimane mi puoi per favore delucidare. grazie

    1. Ciao dopo 48 fai il rinfresco e ciò che togli andrebbe buttato cosa che io non faccio perché lo trovo uno spreco. …trascorse le 2 settimane il lievito è pronto ufficialmente x essere usato

      1. Scusa Cristina sto cercando di capire bene aiutami:
        Faccio il lievito come da ricetta, lo tengo fuori per 48 ore, poi faccio il rinfresco e lo metto in frigo. A questo punto quando posso utilizzarlo per fare il pane? Mi pare di capire dopo due sertimane? Quindi il lievito lo ravvivò ogni settimana ma lo posso usare ogni due.? Mi sono persa 🙁

  8. Salve ho fatto il lievito madre da una settimana in una notte triplica il volume ,e’ gia pronto oppure continuo i rinfreschi ogni 48 ore per un’altra settimana?
    Sono solita fare i panini col lievito di birra ,quando l ‘impasto e’ pronto lo divido in piccoli panini li faccio lievitare e poi li cucino.posso fare lo stesso col lievito madre?o si possono preparare solo pagnotte?

    1. Ciao ti manca ancora una settima prima che sia pronto il tuo lievito. Rinfrescalo ancora una volta e poi trascorsa anche quest’ultima settimana potrai utilizzarlo. Pane, panini, focaccia, grissini, pizza…tutto ci che fai normalmente con la pasta di pane e lievito di birra potrai farlo anche con pasta preparata con lievito madre. 🙂

  9. Ciao oggi ho rinfrescato il livito madre .Ho preso 300 gr di lievito 150 gr di acqua ma poi sono riuscita ad aggiungere solo 250 gr di farina circa .Pensi che ci saranno problemi ? grazie

    1. Ciao, no non ci saranno problemi basta fare il rinfresco con quel che ci sta più o meno, non sempre le quantità sono precisissime ed è difficile stabilirlo con precisione, la pasta stessa non assorbe sempre allo stesso modo 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.