Crea sito

La cottura del farro

La cottura del farroLa cottura del farro in chicchi non comporta procedimenti diversi dalla cottura di altri cereali.

E’ necessario lavare con cura i chicchi in acqua fredda, cambiandola più volte fino ad eliminare le impurità che tendono a salire a galla.

Riso e cereali

Farro con verdure

Pomodori gialli al farro

I chicchi si devono poi lasciare in ammollo per almeno 6 ore (meglio  se per un tempo maggiore) in acqua che dovrà essere pari al doppio del volume del farro ( più o meno).

Completata questa operazione si potrà passare alla cottura.

Il farro con l’acqua dell’ammollo va portato ad ebollizione a fuoco vivace per poi abbassare la fiamma, salare, coprire con un coperchio e proseguire la cottura.

Se dovesse servire durante la cottura del farro, si possono schiumare le eventuali impurità che dovessero salire in superficie.

Dopo circa 50-60 minuti la cottura dovrebbe essere completa.

Consiglio sempre di aspettare alcuni minuti prima di procedere al condimento, per dar modo all’acqua in eccesso di essere assorbita completamente e al farro di gonfiarsi del tutto.

Con la farina di farro, si ottengono delle buone paste alimentari che richiedono una cottura non diversa dalle paste ottenute con farine di frumento, o di altri cereali.

Il libro di ricette che vi consiglio oggi, è in vendita su Amazon: Il ricettario del farro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.