Sushi

Salve a tutti finalmente è arrivato anche il momento di fare il mio amato Sushi, che adoro e che ho mangiato per la prima volta in un ristorante giapponese a Bari, chiamato Hagakure. Proprio questo ristorante mi ha fatto innamorare del Sushi e ho deciso di farlo io a casa.

Ma parliamo ora del Sushi che è una preparazione a base di riso e abbinato a pesce, verdure e soprattutto alghe e l’ho preparato grazie alla visione della videoricetta di Giallo Zafferano e su consigli vari di un mio amico chef giapponese.

sushi-bl

ingredienti per il riso per 6/8 persone

500 grammi di riso per sushi (un mio amico chef giapponese mi ha consigliato akita komachi o Okomesan)

150 ml di aceto di riso

60 grammi di zucchero

5 grammi di sale fino

600 ml di acqua ( o quantità indicata sulla confezione del riso )

1 pezzetto di alga kombu

Alimenti di accompagnamento

Wasabi

salsa di soia q.b.

zenzero sott’aceto q.b.

condimenti

200 grammi di filetto di salmone fresco abbattuto dalla pescheria stessa o messo per 24/48 ore nel congelatore a -20°

100 grammi di carpaccio di salmone sempre fresco abbattuto

200 grammi di surini

10/12 mazzancolle fresche (io ho comprato quelle decongelate)

10 alghe nori

wasabi

semi di sesamo bianchi e neri

accessori

stuoia di bambù

pellicola

coltello affilato e tagliente

 

preparazione del riso per sushi

Per preparare il sushi per prima cosa dobbiamo cucinare il riso.

  • Lavare il riso per almeno 3/4 muovendolo delicatamente con le mani, il mio amico chef giapponese mi ha raccomandata di non maltrattarlo troppo e di lavarlo massimo 3 volte.
  • Lasciare ora il riso a bagno per 15 minuti poi scolarlo e lasciarlo riposare ancora 15 minuti.
  • Passato il tempo versare il riso in una pentola e versateci dentro l’acqua indicata sopra o quella indicata sulla confezione del riso stesso.
  • Mettere all’interno un pezzetto di alga Kombu, coprire col coperchio e portare a bollore a fiamma media, fare bollire per 5 minuti e poi abbassare la fiamma togliere l’alga e finire la cottura come indicato sulla confezione del riso senza sollevare il coperchio.
  • Nel frattempo preparare i condimenti, cioè tagliare a strisce di 1 cm il filetto di salmone e mettere da parte, preparare in un piatto i surimi di granchio e il carpaccio di salmone.
  • Pulire e infilzare le mazzancolle con uno stuzzicadenti lungo, in modo che in cottura restino dritti e cucinarle in un pentolino di acqua salata per qualche minuto.
  • Togliere delicatamente lo stuzzicadenti e con l’aiuto di un coltellino tagliente aprirle completamente da renderle intere e piatte e mettere da parte.
  • Intanto preparare il condimento per il riso, mettere nel pentolino l’aceto di riso, il sale e lo zucchero e a fiamma bassa lasciare sciogliere il tutto e mettere da parte.
  • Quando il riso termina la cottura spegnere e lasciarlo riposare nella pentola stessa, senza togliere il coperchio per 10/15 minuti.
  • Se si possiede l’hangiri, che è un contenitore in legno adatto per questa ricetta, lavarlo e asciugarlo con un panno oppure utilizzare un altro contenitore , che non sia di acciaio però.
  • Versare il riso nel contenitore e versare sopra la miscela di aceto di riso preparato precedentemente, facendolo scorrere sul dorso della spatola di legno piatta e stondata, affinché venga irrorato ovunque e con la spatola smuovere il riso affinché si raffreddi ed evapori l’aceto di riso.
  • Sempre il mio amico chef giapponese mi ha consigliato di utilizzare come prima volta che preparavo il sushi, un vassoio largo e mettere l’aceto di riso con zucchero e sale in uno spruzzino e spruzzare sopra il riso in modo che la miscela vada ovunque e poi procedere come sopra per far raffreddare il riso e evaporare l’aceto di riso.
  • Una volta raffreddato coprire per qualche minuto con un canovaccio inumidito con acqua fredda e lasciarlo sempre coperto quando non viene utilizzato per evitare che il riso diventi secco.

Adesso procedere con la preparazione dei vari tipi di sushi:

Hosomaki

L’hosomaki è un sushi arrotolato con l’alga all’esterno e riso e pesce all’interno.

preparazione hosomaki

  • Mettere sul piano di lavoro la stuoia di bambù e la pellicola aperta e posizionare sopra l’alga nori, tagliandola a metà per la lunghezza, poiché troppo grandi e mettere sopra all’alga due cucchiai di riso per sushi cotto e livellare bene col dorso di un cucchiaio leggermente bagnato, mettere al centro una puntina di wasabi, aiutandoti col dito per cospargerlo nella lunghezza, ma senza esagerare perché piccantissimo e mettere in seguito il bastoncino di salmone o di surimi di granchio da coprire la lunghezza e arrotolare su se stesso il sushi, aiutandoti con la pellicola e la stuoia, chiudere a caramella la pellicola e mettere da parte e procediamo con le altre preparazioni. Poi con un coltello affilato tagliare a rondelle di uno spessore di 2 cm circa.

 

Nigiri

Il Nigiri è una polpetta di riso, che io ho realizzato con un apposito attrezzo che vedete in foto e ricoperta di fettine di carpaccio di pesce o altri ingredienti.

preparazione Nigiri

  • Prendere l’apposito attrezzo per nigiri, ma si possono realizzare anche con le mani che devono essere leggermente bagnate, poiché il riso per sushi è un pò appiccicoso.
  • Mettere nell’apposito attrezzo per nigiri due cucchiai di riso per sushi e col suo coperchio chiudere e schiacciare bene, per dare bene la forma. Sollavare il coperchio e uscirli delicatamente e posizionare su un piatto e coprire queste polpette con carpaccio di salmone e mazzancolle cotte e rese a carpaccio e mettere il tutto da parte.

Uramaki

L’uramaki è sempre un sushi arrotolato ma ha all’esterno il riso e al centro il pesce avvolto nell’alga nori.

Preparazione Uramaki

  • Mettere sulla stuoia la pellicola e mettere due cucchiai di riso sushi e stendere e livellare il tutto.
  • Cospargere con i semi di sesamo nero o bianchi e coprire con un altra pellicola e capovolgere velocemente e togliere la pellicola.
  • Mattere al centro l’alga nori lasciando però 2 cm liberi ai bordi, sopra e sotto.
  • Mettere al centro dell’alga il condimento che può essere salmone o surimi o tutti e due perché no? Arrotolare su se stesso con l’aiuto della stuoia e chiudere sempre a caramella la pellicola e mettere da parte.

Terminate tutte le preparazioni tagliare i rotoli a rondelle di 2 cm con un bel coltello affilato e servire insieme al nigiri accompagnati con zenzero sott’aceto, wasabi e salsa di soia e buon sushi a tutti.

I love sushiiiiii

Se vi è piaciuta anche questa ricetta continuate a seguirmi sulla mia pagina facebook e sugli altri social.

Adesso vi saluto e vi do appuntamento alla mia prossima ricetta ciaooooo.

#enjoy

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.