Torta ai cachi e amaretti

Quest’anno il nostro piccolo albero di cachi si è dato alla pazza gioia producendo oltre i 60 kg di frutti. La marmellata non mi andava di farla quindi ho optato per preparare qualche dolce. Quindi dopo svariate ricerche e prove ho trovato una ricetta che mi ha soddisfatta a pieno: La torta ai cachi e amaretti. A sentirla sembra un’assurdità, ma fidatevi, è un connubio perfetto grazie al cacao che li lega.

torta ai cachi
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • Porzioni8
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 160 gfarina 00
  • 70 gzucchero
  • 2uova
  • 40 gburro
  • scorza di limone (grattugiata)
  • 500 gcachi (polpa)
  • 100 gamaretti (sbriciolati)
  • 25 gcacao amaro in polvere
  • 1/2 bustinelievito in polvere per dolci

Strumenti

  • Sbattitore
  • Stampo antiaderente rotondo da 24 cm

Preparazione

  1. Per preparare la torta ai cachi partite proprio da loro. Sbucciateli da una parte e con un cucchiaio ricavate tutta la polpa fino a raggiungerne 500 grammi e mettetela da parte.

    In una ciotola sbattete i tuorli con lo zucchero e la scorza di limone grattugiata.
    Poi separatamente montate a neve gli albumi, quindi incorporateli ai tuorli ottenendo un composto spumoso.

    Aggiungete ora la farina insieme al lievito setacciati e lavorate per un minuto. Quindi aggiungete il burro fuso e il cacao. Lavorate bene.

    Adesso aggiungete la polpa dei cachi e sempre con lo sbattitore lavorate fino ad ottenere un composto abbastanza omogeneo. Se resta qualche pezzettino intero è normale.

    Ora sbriciolate con le mani gli amaretti in pezzi grossolani e amalgamateli al composto con una spatola o un cucchiaio.

    Imburrate e infarinate uno stampo rotondo da 22 o 24 cm, quindi infornate a forno statico preriscaldato a 180° e lasciate cuocere per 40 minuti. Fate la prova dello stecchino, e se asciutto spegnete il forno e lasciate la torta all’interno per altri 15 minuti circa.

    Sfornate e tirate fuori dallo stampo solo una volta fredda.

Consigli

Essendo i cachi e gli amaretti molto dolci potete anche diminuire le quantità di zucchero. Io nella ricetta avevo 100 g di zucchero e nonostante labbia portato a 70 g per il mio palato andava diminuito ancora un po’, ovviamente dipende tutto dal punto di dolcezza dei cachi.

Si conserva per 2 giorni sotto una campana.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyrights – © 2020-2021 Natura e cucina di Michela Mirenda. All rights reserved

Tutte le foto ed i contenuti presenti in questo sito sono di proprietà esclusiva di Michela Mirenda, co-founder e CEO di Natura e Cucina snc . E' vietato l'uso per fini commerciali e la modifica. La violazione del diritto d'autore è un reato ed è perseguibile legalmente per furto di proprietà intellettuale.