Ratatouille di peperoni patate e cipolle

I peperoni con i loro splendidi colori, si prestano per tantissime ricette; quella di oggi è la ratatouille di peperoni patate e cipolle, di solito viene servita come contorno, oltre che come piatto unico o come secondo. Con pochissimi ingredienti portiamo in tavola un piatto molto gustoso ed economico.

Io la preparo così…

Ratatouille di peperoni patate e cipolle

 

Ratatouille di peperoni patate e cipolle

Ingredienti x 4 persone:

  • 6 peperoni rossi
  • 4/5 patate
  • 2 cipolle
  • peperoncino fresco
  • 1 spicchio d’aglio
  • olio – sale
  • formaggio a piacere

Preparazione della Ratatouille di peperoni patate e cipolle:

Lavare i peperoni e pulirli dagli scarti e dai semi, poi tagliarli a filetti e metterli in una padella un po’ grande con un paio di cucchiai di olio, aggiungere le cipolle affettate e farli stufare, coperti e a fiamma moderata.

Pelare le patate e tagliarle a spicchi, sciacquarle e farle scolare per bene; questo  eviterà di farle attaccare. In una padella a parte far scaldare un po’ d’olio e friggere le patate poco alla volta; man mano metterle da parte. Durante questa fase le patate dovranno cuocere solo parzialmente.

A questo punto, i peperoni saranno a metà cottura,  quindi aggiungere le patate, il peperoncino tritato, uno spicchio d’aglio e regolare di sale. Continuare a cuocere la ratatouille di peperoni patate e cipolle, mantenendo il coperchio. A cottura ultimata io di solito aggiungo un po’ di formaggio e lo faccio scogliere per 5 minuti.

Non mi resta che augurarvi… Buon Appetito!

Ratatouille di peperoni patate e cipolle
Ratatouille di peperoni patate e cipolle

Esistono diverse varietà di peperoni, che siano rossi, verdi o gialli, sono degli ortaggi con pochissime calorie (circa 23 ogni 100 grammi), sono costituiti dal 90% di acqua. I peperoni sono i vegetali che contengono in assoluto la più alta percentuale di vitamina C, molto di più degli agrumi. Contengono una buona dose di provitamina A, fibre, e carotene; sono ricchi di minerali, tra i quali: potassio, fosforo, sodio, calcio e magnesio, e in minime quantità, anche ferro, rame e zinco.
Per usufruire al meglio di tutte queste qualità, sarebbe opportuno consumarli crudi in insalata.

Ti potrebbero interessare anche:

Bruschette al pesto di basilico e pistacchi
Pasta sfoglia fatta in casa
Pasta fredda con salsa guacamole zenzero e speck
Cous cous alle verdure
Pesto di zucchine e tonno

Se ti va, puoi seguirmi anche sulla mia Fan Page: Clicca QUI    

Senza titolo-1

Grazie x la visita! Torna a trovarmi!

COPYRIGHT

Salva

Salva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.