Crea sito

Gamberi alla catalana, ricetta semplice

I gamberi alla catalana sono i parenti non costosi della classica ricetta sarda dell’aragosta alla catalana, semplicissimi da fare, ottimi sia come antipasto che come secondo piatto, se state attenti alle offerte vi faranno fare bella figura in economia. Si possono preparare in anticipo, anzi vengono meglio, quindi vi potete organizzare con calma, insomma il piatto perfetto :-).

Gamberi alla catalana

Ingredienti per 4 porzioni (secondo piatto) o 8 porzioni (antipasto)

16 gamberi surgeati cat l2 (6,80 €)
2 cipolle medie (0,20 €)
2 pomodori ramati (0,35 €)
1-2 limoni (100 ml succo) (0,35 €)
2 cucchiai olio EVO (0,20 €)
2 cucchiai aceto (0,10 €)
sale
pepe

Il costo a porzione è di circa 2 euro per un secondo piatto e di un euro per un antipasto

Gamberi alla catalana morti di fame

Procedimento:

Affettare finemente le cipolle per ottenere degli anelli sottili salarle e bagnarle con l’aceto, nel frattempo mettere in una pentola capiente dell’abbondante acqua a bollire, salarla e al momento del bollore buttarci dentro i gamberi (anche surgelati) quando l’acqua riprende il bollore considerare 5 minuti e poi scolare i gamberi. Togliere la testa alla metà dei gamberi, estrarne la cremina interna e metterla in una ciotola, tagliare sia le code che i gamberi interi per il lungo e togliere il guscio e il canale intestinale, disporre in terrine individuali 2 gamberi interi e due decapitati a persona (1 e 1 se antipasto), salarli e peparli, sistemarci sopra le fettine di cipolla e affettarci mezzo pomodoro. Emulsionare il limone e l’olio con la cremina ricavata dalle teste dei gamberi e versarla sui gamberi, ricoprire con della pellicola e lasciare in frigo almeno 8 ore prima di consumarli. Facili, no?

Se vi è piaciuta la ricetta dei gamberi alla catalana tornate a trovarmi, mi trovate anche su facebook  http://www.facebook.com/Mortidifame, mettete un mi piace anche sulla pagina? Grazie :-) Sono anche su G+ Twitter

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.