Crea sito

Europei di calcio / Olimpiadi in tv, ricette finger food – nocine di frolla con crema chiboust

finger food dolce

Continuiamo la rassegna delle piccole delizie da mangiare durante gli europei di calcio o le olimpiadi o anche un film strappalacrime, che si sa durante Via col vento bisogna avere a disposizione fazzoletti e dolcezze :-D. Qui le precedenti

Queste sono nocine di frolla Ducasse con crema chiboust (sempre tratta dal libro di Ducasse), la Chiboust è una crema pasticcera alleggerita con meringa italiana, in pratica si procede come con una crema diplomatica o chantilly (vi prego non riprendiamo l’annosa polemica sul nome di questa crema :-D), ma otteniamo una crema molto ariosa e sicuramente meno grassa (non certo dietetica sia chiaro :-D)

Questa volta le ho decorate tricolori, ma sono buone anche nature o per esempio con fettine di fragola, o granelle varie 😉

Nocine di frolla alla crema chiboust circa 70 mezzi gusci

Per la frolla:
250 g farina (0,07 €)
150 g burro (0,60 €)
100 g zucchero
(0,09 €)

1 uovo (0,10 €)
la buccia di mezzo limone 

per la crema chiboust
125 g di latte (0,07 €)
60 g di tuorli circa  4 uova piccole (0,40 €)
45 g + 90 g +20 g di zucchero (0,14 €)
15 g di maizena (0,04 €)
vaniglia i semini 
5 g di gelatina in fogli (0,25 €)
25 g d’acqua
85 g albumi messo nei tuorli

considerando 10 seminocine a testa fanno 25 centesimi a porzione  🙂

Impastate velocemente il burro con lo zucchero fino a ridurli in crema aggiungete l’uovo e continuando a impastare la buccia grattugiata del mezzo limone e la farina fate una palla e  mettete in frigo per almeno un’ora.

Per la crema: scaldate il latte con dentro la vaniglia raschiata, mettete la gelatina ad ammorbidirsi in acqua fredda, mescolate con cura i tuorli con i 45 g di zucchero e la maizena, versateci sopra il latte bollente e mettete sul fuoco dolce fino a che non addensa (circa 2/3 minuti), aggiungete la gelatina ben strizzata, spegnete la fiamma e incorporate per bene. Mettete sul fuoco l’acqua con gli 80 g di zucchero e portate a 121° (se non avete il termometro deve venire uno sciroppo denso che faccia un filo sottile, comunque vi consiglio di comprarlo con pochi euro avete uno strumento utile e comodo in molte occasioni ;-)), iniziate a montare gli albumi con i 20 g di zucchero rimasti e versate, sempre montando, lo sciroppo sugli albumi otterrete una massa compatta, tiepida e fermissima. Ora unite delicatamente gli albumi alla crema e mettete in frigo.

Riprendete la frolla e, se avete la piastra per le nocine

dividetela in tante palline del peso di circa 7 g e cuocetele nella piastra seguendo le istruzioni della vostra, nella mia bastano 3 minuti, se invece non avete la piastra foderate degli stampi da tartelletta il più piccoli possibile e mettete in forno già a 180° per circa 5 minuti

Ora potete conservare i gusci anche un paio di settimane in un contenitore ben chiuso e farcirli al momento di servirli. Come sempre la frolla migliora col tempo quindi usatela almeno dopo un giorno dalla preparazione.

Farcite le nocine con la crema e decoratele, potete usare un cucchiaino o la sacca a poche perché questa crema è soda abbastanza da permettervelo 😉

6 Risposte a “Europei di calcio / Olimpiadi in tv, ricette finger food – nocine di frolla con crema chiboust”

    1. Ciao, scusa eri finita nello spam. Vieni quando vuoi qualcosa si mette insieme :-D, ora guardo la tua raccolta e vedo come contribuire 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.