Crea sito

Ciambellini di Foiano 2, ricetta originale toscana

I ciambellini di Foiano ritornano, li feci l’anno scorso per la prima edizione del concorso, ma con una ricetta modificata per renderla simile ai ricordi di mia suocera, sono venuti buonissimi, ma forse non perfettamente corrispondenti a quelli che normalmente si mangiano nelle case foianesi, infatti non vinsi :-D. Quest’anno mi hanno chiamato dal comune per chiedermi se intendevo partecipare alla seconda edizione del concorso e ho deciso di riprovarci seguendo la ricetta originale senza varianti “di pasticceria”. Vi metto qui tutto, il concorso è domani: fatemi gli auguri :-).

Ciambellini di Foiano

Ingredienti (circa tre leccarde da forno)

600 g farina 00 (0,23 €)
400 g zucchero (0,36 €)
4 uova (0,48 €)
125 g burro (0,55 €)
80 g vin santo (1,00 €)

40 g zucchero a velo (0,09 €)
buccia grattugiata di 1 limone
buccia grattugiata di 1 arancio
1 bustina di lievito (0,35 €)

Il costo è di circa 3 euro per più di un chilo di biscotti

ciambellini di foiano della chiana morti di fame

Procedimento:

Montare le uova con lo zucchero semolato, aggiungere il burro molto morbido, lo zucchero a velo, le bucce grattate e il vin santo sempre mescolando, poi aggiungere gradatamente la farina setacciata col lievito, prima di mescolare il lievito alla farina toglierne circa  un pugno per spolverare le teglie e modellare i biscotti. Attenzione l’impasto sarà piuttosto morbido e appiccicoso, tuttavia lavorabile, se fosse troppo morbido aggiungere altra farina, ma senza esagerare. Riporre l’impasto in frigo per una mezz’oretta, poi procedere alla formatura dei biscotti: spolverare di farina la spianatoia, con un cucchiaio prendere una grossa cucchiaiata di impasto e farlo cadere sulla farina, con le mani infarinate formare velocemente un serpentello di pasta grosso circa un cm e mezzo, poggiarlo sulla leccarda infarinata e dargli la forma di una ciambella chiudendo insieme le estremità, ripetere fino a finire l’impasto, disporre i ciambellini abbastanza distanti l’uno dall’altro perché crescono parecchio (io ho messo 6 biscotti per teglia), si possono fare anche di forma dritta, basta formare un serpentello grosso circa 2 cm e mezzo e lungo 10 e disporlo sulla leccarda dritto.
Cuocere in forno preriscaldato a 200 °C per 15 minuti (dipende dal forno, ma la cottura si vede dal colore che inizia a dorare).
Si lasciano raffreddare (altrimenti si rompono) e si tolgono dalla teglia. Si mangiano tradizionalmente inzuppati nel vin santo a fine pasto, ma sono buonissimi anche inzuppati nel latte a colazione.

Se vi è piaciuta la ricetta dei ciambellini di foiano tornate a trovarmi, mi trovate anche su facebook  http://www.facebook.com/Mortidifame, mettete un mi piace anche sulla pagina? Grazie :-) Sono anche su G+ Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.