Pasta al sugo con pancetta affumicata

PASTA AL SUGO CON PANCETTA AFFUMICATA Oggi vi propongo un piatto semplicissimo, uno di quei piatti da preparare quando si ha poco tempo per stare ai fornelli, magari siamo tornati tardi a casa , ma è indiscutibilmente uno di quei piatti che mette sempre tutti d’accordo. Per preparare questa ricetta serviranno pochi e semplici ingredienti, tutti di prima qualità e potremo realizzarla durante la cottura della pasta! Ora seguitemi in cucina, vi spiego la ricetta della pasta al sugo con pancetta affumicata!

Se vuoi seguirmi su Instagram, clicca QUI

 Ti aspetto nella mia pagina Facebook che trovi cliccando qui  e su Pinterest cliccando qui

LEGGI ANCHE:

pasta al sugo con pancetta
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàTutte le stagioni

Ingredienti per la pasta al sugo e pancetta per 4 persone

400 g rigatoni (vanno bene anche i fusilli)
1 spicchio aglio
4 cucchiai olio extravergine d’oliva
400 g pomodori pelati (io ho utilizzato quelli del piennolo)
100 g pancetta affumicata (a cubetti)
60 g parmigiano grattugiato
637,41 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 637,41 (Kcal)
  • Carboidrati 76,91 (g) di cui Zuccheri 4,69 (g)
  • Proteine 27,70 (g)
  • Grassi 26,56 (g) di cui saturi 8,27 (g)di cui insaturi 9,74 (g)
  • Fibre 3,53 (g)
  • Sodio 636,21 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 120 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Preparazione della pasta al sugo con pancetta affumicata

In una padella capiente (meglio utilizzare la classica saltapasta come questa, che vi permette di raccogliere bene il sugo attorno alla pasta) mettiamo a scaldare l’olio e lo spicchio d’aglio, appena inizia a soffriggere aggiungiamo la pancetta a cubetti e lasciamo cuocere su fiamma vivace girando spesso.

Appena la pancetta inizia a rosolarsi aggiungiamo i pelati precedentemente spezzettati grossolanamente, io ho utilizzato quelli del piennolo, ricchissimi di succo e polpa, li ho tagliati velocemente e li ho gettati in padella.

Lasciamo proseguire la cottura aggiungendo, se il sugo dovesse asciugarsi troppo, un po’ d’acqua, lasciamolo abbastanza brodoso perché continueremo la cottura della pasta nel sugo per qualche istante e ci serve che sia più liquido.

Tuffiamo la pasta in abbondante acqua salata, a questo punto dovete fare molta attenzione alla cottura: nel mio caso la pasta indicava 11 minuti di cottura, io dopo sei minuti l’ho scolata e l’ho trasferita nella padella con il sugo, dove ho continuato la cottura aggiungendo molto parmigiano grattugiato e, se dovesse servire, un po’ di acqua di cottura.

pasta al sugo con pancetta

Mescoliamo la pasta su fiamma alta, girando di continuo, la pasta continuando così la cottura rilascerà dell’amido che, unendosi al liquido, creerà una deliziosa cremina!

Un consiglio in più:

* Per una ricetta ancora più profumata aggiungete alla fine un paio di foglie di basilico spezzettate;

* Se amate i sapori decisi, sostituite il parmigiano con del pecorino romano grattugiato.

INSTAGRAM cliccando qui

GOOGLE NEWS cliccando qui

FACEBOOK cliccando qui

PINTEREST cliccando qui

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da mollichedizucchero

47 anni, un marito , due figlie piccolissime ed una passione sfrenata: i fornelli !!! Il blog nasce per raccogliere e proporre in maniera semplice, tutti i miei esperimenti culinari... Sono bene accetti consigli, suggerimenti e critiche :-)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.