Crea sito

Marmellata di cipolle

Salve a tutte,
volevo condividere con voi la mia ricetta della marmellata di cipolle rosse di Tropea, l’ho assaggiata quest’estate come accompagnamento ai formaggi e devo dire che è davvero squisita. Si conserva a lungo (una volta aperta in frigo e va benissimo per insaporire sia i formaggi sia la carne grigliata o lessa, insomma serve a “colorire” e dare un aspetto più invitante ai piatti più leggeri che cuciniamo 
Iniziamo dagli ingredienti:

1,5 kg di cipolle di Tropea (prima della pulitura erano 2.5kg)
300 ml aceto di mele

375 gr di zucchero semolato
375 gr di zucchero di canna
3 foglie di alloro (non ci sono nella foto me ne sn ricordata dopo )

Passiamo ora alla sterilizzazione dei vasetti: li ho lavati accuratamente con acqua e detersivo e poi messi in un pentolone in acqua fredda ed ho calcolato 30 minuti a partire da quando ha iniziato a bollire. Dopo 30 min li ho presi e passati nel forno a 160° per altri 30 minuti

Ho pulito x ben bene le cipolle, le ho affettate nel robot e le ho messe in una ciotola capiente insieme ai 300 ml di aceto ed all’alloro. Ho coperto con uno strofinaccio ed ho lasciato per circa 3 ore, mescolando ogni ora con 2 cucchiai.

Dopo 3 ore ho aggiunto i due zuccheri mescolati tra loro ed ho ripetuto l’operazione di “marinatura” per altre 3 ore, avendo sempre cura di mescolare di tanto in tanto.
Dopo 3 ore le cipolle avevano tirato buona parte del loro liquido e si presentavano così:

A questo punto ho trasferito tutto in una pentola capiente ed ho messo sul fuoco ( non troppo alto ) avendo cura di eliminare prima le foglie di alloro.

Purtroppo non ho la foto del composto a fine cottura, perché colta da panico, mi sono affrettata a mettere tutto nei barattoli 

Questo è uno dei 5 barattoli venuti fuori da questa “prova”
Appena la marmellata sarà cotta versatela nei vasetti, chiudeteli x bene e rovesciateli a testa in giù, lasciandoli così finchè non saranno completamente raffreddati. Una volta tornati a temperatura ambiente rigirateli e controllate che il tappo faccia il classico “clic clac” che indica l’avvenuto sottovuoto 

Un consiglio: io ho fatto cuocere la marmellata per circa un’ora, ma è decisamente troppo. Credo che una quarantina di minuti siano più che sufficienti, essendo alla mia prima marmellata avevo paura che fosse troppo liquida ed ho commesso l’errore contrario  Se vi fa piacere passate a trovarmi sulla mia pagina facebook cliccando qui

IMG_1491 IMG_1492 IMG_1493 IMG_1494

Spero sia di vostro gradimento , aspetto ansiosa commenti e suggerimenti !!!

Pubblicato da mollichedizucchero

45 anni, un marito , due figlie piccolissime ed una passione sfrenata: i fornelli !!! Il blog nasce per raccogliere e proporre in maniera semplice, tutti i miei esperimenti culinari... Sono bene accetti consigli, suggerimenti e critiche :-)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.