Roastbeef di manzo ai funghi

A casa mia il roastbeef è sempre stato il piatto della domenica: prima preparato da mia nonna, poi da mia madre, e adesso da me e mia sorella quando – non troppo spesso mi raccomando – abbiamo voglia di mangiare carne rossa.

Lo accompagnamo con funghi al forno e con un contorno speciale, per esempio i carciofi al gratin, oppure con pomodori grigliati: in realtà il binomio di roastbeef e patate non è mai stato tra i nostri preferiti.

La differenza la fa la cottura, che non viene fatta solamente al forno, ma preceduta da un passaggio in padella che sigilla la carne per mantenerla morbidissima e succosa: è un piatto che richiede una certa quantità di carne per riuscire perfettamente, per cui è da riservare a quando ci sono ospiti o quando la tavola è imbandita per tutta la famiglia.

Sorpresa: ha pochissime calorie.

roastbeef
  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    20 minuti
  • Cottura:
    45 minuti
  • Porzioni:
    8 persone
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

  • Roastbeef di manzo (o sottofiletto) 1 kg
  • Funghi champignon 300 g
  • Olio extravergine d’oliva 1 bicchiere
  • Timo 1 mazzetto
  • Salvia 1 mazzetto
  • Pepe rosa (in bacche) 3 cucchiai
  • Alloro 3 foglie
  • Sale q.b.

Preparazione

  1. Per la prima fase della cottura servirà legare la carne: prepariamola avvolgendola con lo spago da cucina in maniera che resti compatta e sia più facile da rigirare.

    Prendiamo le erbe aromatiche e il pepe rosa: prepariamo un trito finissimo al quale aggiungeremo un po’ di sale e qualche bacca di pepe spezzata con il mortaio e stendiamolo su un foglio di carta da forno.

    Facciamo rotolare la carne sul trito di erbe aromatizzate premendo delicatamente perchè le erbe aderiscano perfettamente al nostro roastbeef.

    Mondiamo i funghi e eliminiamo i manici (possiamo tenerli da parte per altre preparazioni).

  2. In una pentola alta scaldiamo l’olio a fiamma bassa, finchè non sarà bollente: alziamo il fuoco e cuciniamo la carne rigirandola in maniera che sia perfettamente sigillata e croccante all’esterno, su ogni lato.

    Ci vorranno circa 20 minuti: nel frattempo preriscaldiamo il forno a 180°.

  3. Eliminiamo lo spago da cucina e trasferiamo il roastbeef dorato in una pirofila da forno, guarnendolo con i funghi: irroriamo con un paio di cucchiai dell’olio che abbiamo utilizzato per sigillare la carne che sarà profumato di erbe aromatiche e passiamo in forno l’arrosto e i funghi per venti o trenta minuti (dipende dal forno e da quanto preferiamo cotta la carne).

  4. Sforniamo il roastbeef e lasciamolo raffreddare per una decina di minuti: affettiamo sottile e serviamo con verdura di stagione e con i funghi cotti al forno.

Note

Il piatto richiede esperimenti per riuscire come vogliamo: la cottura della carne dipende dai gusti personali, e quindi dalla temperatura e dalla resa del forno, per cui consiglio di fare qualche prova prima di esibirlo per gli ospiti. Se una volta affettata la carne vi sembra troppo cruda, potete rapidamente ripassarla in padella con un po’ dell’olio di cottura.

Un arrosto profumatissimo? Prova anche l’arrosto di maiale al melograno, con carote di Polignano.

Seguimi su Facebook per non perdere neanche una delle ricette light.

Precedente Padellata di pollo, batata e kale Successivo Sua maestà il risotto

Lascia un commento

*