Petto di pollo marinato al forno

In Italia non è molto diffuso l’uso di marinare la carne prima di cuocerla, com’è invece in paesi di tradizione anglosassone: eppure per carni delicate come il petto di pollo la marinatura conferisce morbidezza, sapore e un tocco diverso senza aumentare il carico calorico.

Insomma, un modo efficace di mangiare light senza perdere il gusto, anzi, offrendo a un piatto semplicissimo lo sprint di un barbecue all’americana.

La ricetta della marinata è facile da fare, e può essere usata ovviamente con altre parti del pollo, o con la fesa di tacchino: è sufficiente prepararla e immergere la carne utilizzando un sacchetto per alimenti.

L’ideale è far marinare il petto di pollo per una notte, ma diciamo che 4 ore sono sufficienti a garantire un ottimo risultato.

Petto di pollo marinato

Ingredienti

  • ½ tazza di olio extravergine di oliva
  • ½ tazza di aceto balsamico
  • ¼ di tazza di salsa di soya senza sale
  • ¼ di tazza di salsa Worchester
  • ½ limone spremuto
  • 1 cucchiaio di zucchero di canna
  • Rosmarino fresco
  • 2 cucchiaini di senape di Digione piccante
  • 2 spicchi di aglio spremuti
  • Pepe nero macinato
  • Sale

Mescolo con cura tutti gli ingredienti della marinata massaggiando la carne con il composto: quindi inserisco il petto di pollo in una busta per alimenti dalla chiusura sicura e riempio con la marinatura, lasciando macerare nel frigorifero per almeno 4 ore.

Quando è il momento di grigliare la carne preriscaldo il forno e quindi lo imposto in funzione grill, mettendo a cuocere la carne il più vicino possibile al calore.

Griglio il petto di pollo intero facendo attenzione quando lo giro, cospargendolo di tanto in tanto con la marinatura.

In una padella cuocio la restante marinatura restringendola a un sugo denso che userò per condire la carne prima di servire cosparsa di erbe aromatiche fresche.

Precedente [:it]Frittelle di carote e cipolle con salsa allo yogurt[:] Successivo [:it]Rotolini di zucchine al pesto[:]