Torta di pesche e mandorle

Siamo al 15 di ottobre, ma giornata piovosa a parte, il meteo è ancora molto clemente e le temperature sono ancora quelle primaverili; questo permette a frutti come le pesche di essere ancora presenti sui banchi dei fruttivendoli, così con un po’ di inventiva e la scusa del compleanno del mio cane ho improvvisato questa torta, che sa di estate ma anche un po’ di autunno. È super soffice, umida ed qualcosa di sensazionale per la colazione, dolce al punto giusto ma senza esagerare. Super genuina, ripiena della mia marmellata di pesche, e come sempre senza burro e quindi senza lattosio!


Dosi
per uno stampo da 18 cm

Tempo di preparazione 15 minuti + 30 minuti (di cottura)


Ingredienti
125 g di farina 0
25 g di farina di mandorle
8 g di lievito per dolci
70 g di yogurt alla vaniglia
45 g di zucchero
35 ml di olio di semi
1 uovo
25 ml di latte
1 pesca
mandorle a lamelle, vaniglia, marmellata di pesche q.b.


Preparazione
Nella ciotola di una planetaria con gancio a frusta montare l’uovo con lo zucchero e la vaniglia per circa 5 minuti, fino ad ottenere un composto bianco e spumoso. Abbassare la velocità del robot e aggiungere l’olio a filo e lo yogurt. Aggiungere infine le farine con il lievito e il latte.
Versare metà dell’impasto in uno stampo da 18 cm foderato di carta da forno, aggiungere uno strato di marmellata di pesche e ricoprire con il restante impasto. Decorare la superficie con fettine di pesca e mandorle a lamelle.

Cuocere in forno preriscaldato a 180° per 25-30 minuti.

Precedente Minicroassant con spinaci e provola Successivo Quadrotti di sfoglia alla crema pasticciera