Marmellata di pesche gialle

Questa estate mi sono dilettata nella preparazione di vari tipi di marmellata e anche in vacanza non ho saputo resistere alla tentazione di prepararne una e ora vi spiego il perché. Una mattina durante la mia solita spesa giornaliera di frutta e verdura dal contadino accanto a casa mi sono imbattuta in una cassa di pesche gialle enormi, sembravano buonissime solo a guardarle; chiaramente le ho portate a casa e dopo averne fatto una bella scorpacciata, data la loro bontà e la loro naturale dolcezza, ho deciso di provare a farne una marmellata!

Il risultato è da leccarsi i baffi, ho ottenuto una marmellata liscia ed omogenea con la dolcezza naturale della frutta e tutta la sua bontà! Non vedo l’ora di utilizzarla in qualche nuova ricettina durante l’inverno.

La ricetta è molto semplice ed è la classica che utilizzo per tutte le mie marmellate; la dose di zucchero è 4:1 e secondo me è perfetta perché le pesche da cui sono partita erano davvero ottime, ma se preferite una marmellata dal sapore più dolce aumentate la dose di zucchero a 500 g.

Pronte?


Dosi
per 3 vasetti da 300 g circa

Tempo di preparazione 90 minuti + 3-4 ore (di riposo)


Ingredienti
1 kg di pesche
250 g di zucchero
½ limone (succo)


Preparazione
Lavare e sbucciare accuratamente le pesche, se possibile sceglierle  molto mature in modo che siano più zuccherine. Tagliare la frutta a piccoli pezzetti, aggiungere il succo di limone e lo zucchero e lasciar macerare il tutto per circa 3-4 ore; durante il processo di maturazione la frutta rilascerà gran parte della sua dose di acqua che mischiandosi con lo zucchero creerà una dolcissima salsa, importantissima per la preparazione della marmellata.

A questo punto porre il composto di frutta e zucchero in una pentola con doppio fondo e cuocere a fuoco medio-basso per circa 50-60 minuti mescolando di tanto in tanto in modo che il composto non attacchi sul fondo.

Mentre la marmellata cuoce sterilizzare i barattoli in cui contenerla facendolo bollire insieme al coperchio per almeno 30 minuti.

A cottura terminata: se vi piace la marmellata con i pezzi di frutta vi basterà versare il composto nel vasetto e lasciarlo raffreddare a testa in giù; altrimenti prima di questa operazione passate la vostra marmellata con il minipimer il modo da renderla liscia e omogenea e lasciatela raffreddare; in questo modo si conserverà a lungo nella vostra dispensa e sarà perfetta per le vostre crostate o da spalmare sulle fette biscottate durante l’inverno.

Precedente Crema di zucchine trombetta Successivo Crema di meloncello