Cannolicchi stufati – “Capelonghe in casopipa”

Cannolicchi stufati – “Capelonghe in casopipa” : Il detto ” Casopipa” si usa per indicare un modo per cucinare i molluschi. Termine molto usato nella laguna Veneta per cucinare cozze , vongole ecc..
I molluschi infatti devono sobbolire e quindi ” Pippare ” lentamente fino a formare un sughetto veramente delizioso.
Con il ” casopipa” oggi ho preparato i cannolicchi ,dette più capelonghe pr la loro forma allungata, per cucinare un ottimo antipasto di pesce

Cannolicchi stufati - "Capelonghe in casopipa"
  • Preparazione: 20 Minuti
  • Cottura: 8/10 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4 persone
  • Costo: Medio

Ingredienti

  • Cannolicchi 1 kg
  • Cipolla 1
  • Prezzemolo (Facoltativo) 1 mazzetto
  • Sale q.b.
  • Pepe nero q.b.

Preparazione

  1. Cannolicchi stufati - "Capelonghe in casopipa"

    Far spurgare i cannolicchi in acqua e sale per alcune ore per eliminare la sabbia
    Pulire e affettare la cipolla e rosolare in un ampio tegame con l’olio . aprire leggermente con le dita le valve dei cannolicchi ed eliminare il sacchetto nero dell’intestino che si trova nella parte centrale del mollusco . versare i molluschi nel tegame e chiudere con il coperchio . procedere con la cottura fino a quando tutti i cannolicchi si saranno aperti e si saròà formato un sughetto . Aggiustare di sale e pepe e spolverare a piacere con il prezzemolo tritato . servire i cannolicchi con fettine di limone .

Note

I tempi di preparazione non sono comprensivi delle ore necessarie per fare spurgare i molluschi

Precedente Petto di pollo intero cotto al forno Successivo Vellutata di Zucca e Carote

Lascia un commento