Canoce bollite su letto di spinaci

 Il piatto di oggi non delude il palato ed è all’insegna della leggerezza, queste Canoce bollite su letto di spinaci avvolgono infatti decisamente l’olfatto in una musica di profumi e le sane proprietà nutrizionali di questo piatto rafforzano l’organismo senza ombra di dubbio.

Tempo di esecuzione: 40-45″
Grado di difficoltà:  possibile difficoltà nella pulizia del pesce
Ingredienti per due persone:
canoce possibilmente tutte grandi uguali:  12  /  spinaci: 300 gr  /  parmigiano: q.b.  /  sale: q.b.  /  burro: una noce  /  olio extra vergine di oliva: q.b.

Preparazione:
Per la pulizia delle canoce vi invito a guardare questo chiarissimo e breve video su You Tube che ho trovato per voi: http://www.youtube.com/watch?v=5qQyIyb_3jE  .

Nel video che avete visto le canoce sono state private solo di una delle due parti della corazza, personalmente vi suggerirei dato l’uso che ne vogliamo fare di liberarle di entrambe le parti lasciando solo la parte della testa come mostrato nel video. Bollite le canoce  per 5-10″ a seconda della grandezza e liberate la polpa dalla corazza. Mettetele da parte e pulite gli spinaci. Sciacquateli con abbondante acqua e travasateli più volte in modo da eliminare anche i residui di terra che rimangono sul fondo.

Prendiamo un’ampia pentola dove sistemiamo le foglie di spinacio. Chiudiamo la pentola con il coperchio e accendiamo il fuoco. Cucinamo a fiamma bassa ricordandoci di mescolare per alternare le foglie che rimangono a contatto con il fondo, se il fondo risulta troppo asciutto possiamo aggiungere poca acqua per evitare che gli spinaci si attacchino alla pentola. Direi che gli spinaci sono pronti quando tutte le foglie sono appassite e risultano umide. Non prolungherei troppo la cottura con il rischio di disfare le foglie che devono rimanere di un bel verde brillante.
Il brodo degli spinaci potete conservarlo per altri usi perchè concentrato di tutti i suoi più ricchi nutrimenti, intanto liberare gli spinaci della loro acqua e trasferiteli in una padella.  A fuoco moderato, mettete una noce di burro, mescolando aggiungete il parmigiano e correggete di sale.

Trasferite gli spinaci nei piatti e nella pentola di cottura degli spinaci mettete le canoce per scaldarle brevemente. Trasferite ora le canoce nei piatti collocandole sopra agli spinaci e concludete con un buon olio crudo  rigorosamente extra vergine di oliva.

 

Precedente Pizza al radicchio di Treviso, Pizza fatta in casa, Ricetta pizza Successivo Claretta appella i food blogger

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.