Crea sito

Gnocchi di Patate fatti in Casa

Il giovedì è dedicato agli gnocchi, conosci il perché di questa consuetudine?
Il motivo per cui gli gnocchi vengono tradizionalmente preparati il giovedì è perché, essendo un piatto calorico, venivano cucinati il giorno che precede il venerdì magro.
A casa mia non necessariamente li mangiamo di giovedì, anzi, forse più spesso la domenica.
In questa ricetta, diversamente dalle altre, sarò indicativa sulle quantità degli ingredienti, questo perché molto dipende dalla qualità delle patate scelte: minore sarà l’acqua assorbita da queste ultime, minore sarà la quantità della farina utilizzata. Per la buona riuscita degli gnocchi è necessario scegliere la varietà di patate rosse perché assorbono meno acqua. Inoltre, è importante cercare di impastare gli ingredienti poco e molto velocemente, in modo da evitare che la farina sviluppi troppo glutine, ciò eviterà che in cottura gli gnocchi saranno gommosi. In generale meno farina si utilizza più si ottiene un prodotto migliore in termini di gusto e consistenza. La mia ricetta, inoltre, non prevede l’uovo, perché, se è vero che aiuta tanto a tenere bene l’impasto, a mio parere altera un pò il sapore finale e la morbidezza della pasta.
Altra nota è che per questa ricetta non mi faccio aiutare dal mio inseparabile amico Bimby, questo purtroppo perché non potendo conoscere in anticipo la quantità di farina che mi occorre, devo necessariamente procedere a mano.
Spero che i miei consigli ti siano utili e soprattutto sarai soddisfatto dei tuoi gustosissimi Gnocchi fatti In casa! Fammi sapere, ok?
Un caro saluto,
Tiziana

  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti per 4 persone

  • 600 gPatate rosse
  • gFarina 00 (250 grammi circa)
  • 1 pizzicoSale

Preparazione

  1. _ Mettere in una pentola le patate intere con la buccia e ricoprirle di acqua, portare a bollore e far cuocere a fuoco medio per 20-30 minuti controllando la cottura con la forchetta: se questa entra facilmente nella patata, vuol dire che è cotta. Fare attenzione a non cuocere troppo da far sfaldare la buccia.

    _ Colare le patate dall’acqua e procedere a rimuovere la buccia, che verrà via facilmente.

    _Schiacciare le patate con lo schiacciapatate e adagiarle sul piano di lavoro. Attendere qualche minuto, che le patate non siano troppo bollenti, procedere ad impastare con la farina in questo modo: versare sulla purea di patate il sale e una buona parte della farina (lasciandone un pò da parte), cercando di non lavorare troppo energicamente l’impasto. Se quest’ultimo sarà omogeneo e non appiccicoso, vuol dire che è pronto, altrimenti aggiungere ancora altra farina, un pò per volta.

  2. _ Quando l’impasto è fatto, prelevarne un pezzetto e, sulla spianatoia infarinata, formare un cilindro largo circa 1 cm e tagliare in pezzetti di 1,5 cm.

  3. _ Trascinare il pezzetto sui rebbi di una forchetta per aiutarsi a dare una forma.

  4. _ Adagiare man mano gli gnocchi sulla spianatoia infarinata.

    _ A questo punto gli gnocchi sono pronti per essere cotti. Portare a bollore una pentola con abbondante acqua, aggiungere il sale e poi gli gnocchi, questi saranno cotti non appena salgono in superficie.

    _ Colarli e condirli nel modo desiderato.

Gli gnocchi fatti in casa si consumano appena fatti, è possibile conservarli cotti in frigo per un paio di giorni, ma non crudi, altrimenti anneriscono. Se si vuole procedere alla loro cottura in un secondo momento è possibile congelarli appena fatti e cuocerli successivamente tuffandoli in pentola senza scongelarli.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.