Spaghetti alla carbonara

Spaghetti alla carbonara, un primo famosissimo che rappresenta la tradizione italiana, un primo che ha visto mille versioni ma quella originale ovviamente è solo una. La mia non è la versione originale perché è presente del Parmigiano che potete sostituire totalmente con del pecorino ma personalmente mi piace il sapore che gli porta, non optate per panna, non mettete l’albume, e non sostituite il guanciale con la pancetta, non sarà più carbonara, sarà un’altra ricetta, ma non sarà la classica carbonara. Per me un salvacena, a volte quando non so cosa preparare, ma voglio ingolosire la mia famiglia la preparo ne vanno ghiotti e quindi a casa mia il guanciale non manca mai.

Per mantecare alla perfezione la nostra pasta ci siamo affidati a Pentole Agnelli, scegliendo la padella in alluminio

  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

4 porzioni
  • 320 gSpaghettoni
  • 8tuorli
  • 100 gpecorino romano
  • 150 gguanciale
  • pepe nero macinato

Preparazione

  1. Per preparare gli spaghetti alla carbonara, è necessario mettere abbondante acqua a sul fuoco per cucinare la pasta.

    In una padella mettere il guanciale a cubetti o strisce, io ho scelto di farlo a striscie e mi sono affidata all’infallibile lama di Fried.Dick ed al loro coltello da cuoco della linea Pink Spirit.

    Lasciate sudare a fiamma bassa, rilascia il suo grasso in cui soffriggerà e si abbronzerà un po’.

    In una ciotola mettere i tuorli, il pecorino, un pizzico di pepe e mescolate, ottenendo una crema densa.

    Scolare la pasta metterla nella padella con il guanciale e mezzo mestolo di acqua di cottura, saltare a fiamma vivace, infine spegnete il fuoco ed unite la crema di tuorli e formaggio, mescolare velocemente o spadellare ed ecco pronta la carbonara perfetta.

    Servire calda con una leggera spolverata di pepe a piacere.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.