Seppia gratinata al forno ripiena

Oggi vogliamo proporvi uno dei nostri piatti Che ormai ospita spesso in casa nostra. Visto che a casa noi siamo seriamente dei ” mangioni di seppie “questa volta voglio farvi conoscere questa ricetta, con la seppia gratinata al forno ripiena di zucchine. Vi spiegherò il procedimento in modo tradizionale oppure in modo innovativo, usando la friggitrice ad aria che, a dire il vero, trovo super comoda. Grazie alla bellissima collaborazione, che abbiamo intrapreso, è un onore presentarvi la Friggitrice ad aria Air Fryer T22 di Proscenic , posso dire a voce alta che abbiamo scoperto un modo meraviglioso, molto più sano e più veloce, per diverse ricette. E già il pensiero che non consumo energia elettrica per preriscaldare il forno o la friggitrice, mi fa innamorare sempre di più di usato elettrodomestico.
Comunque adesso, vi lascio alla ricetta delle buonissime Seppia gratinata al forno ripiena.

Seppia gratinata al forno ripiena
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • Mezzacipolla bianca
  • 6pomodorini ciliegino
  • 1zucchina (grande)
  • q.b.vino bianco
  • prezzemolo
  • olio di oliva
  • sale, pepe
  • 40 gpangrattato

Preparazione

  1. Vi abbiamo preparato il video sul nostro canale YouTube della preparazione con utilizzo della friggitrice ad aria Air Fryer T22 di Proscenic.

    Ti invitiamo a iscriversi al nostro canale e attivare la campanellina per ricevere tutte le notifiche dei nuovi video.

  2. Se le vostre seppie non sono pulite dovete svuotarle voi. Questo metodo mi è stato insegnato da mia suocera spero che sarò brava a spiegarvi come si fa 🙂 allora prendete la vostra seppia. attrezzatevi di un coltello, ora sul ventre del mollusco troverete lo scudo sulla base vicino la testa fate un taglio per far si che lo scudo esce fuori. lo dovete spingere ben forte da sotto verso sopra. ok questo e fatto ora infilate la mano dentro il cappello troverete la sacca con il nero stringete con le dita il tubicino e con restante delle mani rovesciate il capello per far si che il dentro si troverà fuori 🙂 questo movimento sarà un po’ difficoltoso ma serve per pulire bene la seppia. ok ora che siete riusciti basta tirare la sacca del nero (la potete legare e congelare cosi poi in un prossimo momento potete farci la pasta) togliete tutte le interiora lavatela sotto l’acqua corrente. e rovesciate nuovamente per rimetterla dritta. siamo quasi arrivati alla fine. ora vi è rimasto di togliere la sottile pelle dal lato bianco della seppia (dove più spessa) e poi ritagliare gli occhi dalla testa. ok ora solo una bel lavata ed è pronta. siete riusciti? spero di si

    Nel caso vi lascio qui il link di una ricetta dove faccio vedere come pulisco le seppie

    PREPARAZIONE DEL RIPIENO

    In una padella antiaderente versate l’olio d’oliva e aggiungete la cipolla prima tritata. Lasciate a soffriggere per qualche minuto. appena inizia a prendere il colore aggiungete 4 pomodorini lavati e tagliati a piccoli dadini cucciante altri 3 minuti e poi aggiungete la zucchina tritata e anche prezzemolo trito

    Condite con sale e pepe sfumate con un po di vino bianco e cuocete fino farlo evaporare

    ora togliete dal fuoco e aggiungete 2 cucchiai di pan grattato non deve essere troppo asciutto

    riempite la sacca della seppia con il ripieno e poi passate le seppie nel pangrattato fino ricoprite tutte per bene

    posizionate le seppie in una pirofila con un filo dolio. sopra le seppie mettete un po di pomodorino, prezzemolo trito e pepe

    Infornate a 200 ° e lasciate a cuocere per circa 20 minuti

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seppia gratinata al forno ripiena

Seppia gratinata al forno ripiena

Seppia gratinata al forno ripiena è un secondo spettacolare, per capirla la dovete assaggiare.

Seppia gratinata al forno ripiena

Porzioni 2 seppie

Ingredienti

Preparazione

  1. Se le vostre seppie non sono pulite dovete svuotarle voi. questo metodo mi è stato insegnato da mia suocera spero che sarò brava a spiegarvi come si fa 🙂 allora prendete la vostra seppia. attrezzatevi di un coltello, ora sul ventre del mollusco troverete lo scudo sulla base vicino la testa fate un taglio per far si che lo scudo esce fuori. lo dovete spingere ben forte da sotto verso sopra. ok questo e fatto ora infilate la mano dentro il cappello troverete la sacca con il nero stringete con le dita il tubicino e con restante delle mani rovesciate il capello per far si che il dentro si troverà fuori 🙂 questo movimento sara un po difficoltoso ma serve per pulire bene la seppia. ok ora che siete riusciti basta tirare la sacca del nero (la potete legare e congelare cosi poi in un prossimo momento potete farci la pasta) togliete tutte le interiora lavatela sotto l’acqua corrente. e rovesciate nuovamente per rimetterla dritta. siamo quasi arrivati alla fine. ora vi è rimasto di togliere la sottile pelle dal lato bianco della seppia (dove più spessa) e poi ritagliare gli occhi dalla testa. ok ora solo una bel lavata ed è pronta. siete riusciti? spero di si
  2. In una padella antiaderente versate l’olio d’oliva e aggiungete la cipolla prima tritata. Lasciate a soffriggere per qualche minuto. appena inizia a prendere il colore aggiungete 4 pomodorini lavati e tagliati a piccoli dadini cucciante altri 3 minuti e poi aggiungete la zucchina tritata e anche prezzemolo trito
  3. Condite con sale e pepe sfumate con un po di vino bianco e cuocete fino farlo evaporare
  4. ora togliete dal fuoco e aggiungete 2 cucchiai di pan grattato non deve essere troppo asciutto
  5. riempite la sacca della seppia con il ripieno e poi passate le seppie nel pangrattato fino ricoprite tutte per bene
  6. posizionate le seppie in una pirofila con un filo dolio. sopra le seppie mettete un po di pomodorino, prezzemolo trito e pepe
  7. Infornate a 200 ° e lasciate a cuocere per circa 20 minuti

 

  • Preparazione:
  • Cottura:
  • Porzioni:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.