Crea sito

Pollo allo scarpariello

Il pollo allo “scarpariello” é un succulento secondo piatto, da cuocere in tegame, molto facile da preparare. I pezzi di pollo sono accompagnati da un delizioso e corposo sughetto, a base di pomodori (freschi o pelati), cipolle e basilico, che rende questo piatto straordinariamente squisito. E’ una pietanza che possiamo preparare sia a pranzo che a cena in meno di un’ora. Inoltre, possiamo realizzare anche un gustoso primo piatto utilizzando l’invitante sughetto del pollo alla scarpariello.

Vorrei spendere qualche parola sul termine “scarpariello”. Lo si usa in riferimento ad un tipico condimento napoletano, di umili ed antiche origini, da usare sulla pasta. Erano le moglie dei calzolai (“scarparo” o “scarpariello” è appunto il calzolaio in napoletano) che il lunedì preparavano questo velocissimo sugo, magari usando gli avanzi del ragù della domenica. Tra gli ingredienti della ricetta originale figurano sugna, aglio, peperoncino e formaggi che andavano ad aggiungersi ai pomodori. Io, invece, mi sono presa una cosiddetta “licenza culinaria”: l’ho preparato per accompagnare ed insaporire dei pezzi di pollo. Non ho usato però né sugna né aglio, bensì olio extravergine (più leggero e digeribile) e cipolla dorata poichè negli ultimi tempi purtroppo non gradisco l’aglio. Nulla però vi vieta di usare gli ingredienti che sono all’origine di questa semplicissima ma deliziosa ricetta che possiamo, a pieno titolo, definire del recupero.

  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Preparazione:
    40 minuti
  • Cottura:
    30 minuti
  • Porzioni:
    3/4 persone
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

  • Pollo 1 kg
  • Pomodori pelati 1 vasetto
  • Vino bianco secco 2 cucchiai
  • Cipolle dorate q.b.
  • Sale fino q.b.
  • olio extravergine q.b.
  • Basilico q.b.

Preparazione

  1. Affettiamo finemente la cipolla.

    Laviamo e asciughiamo le foglie di basilico.

    Eliminiamo la pelle dai pezzi di pollo (cosce e sovracosce).

    In un capiente tegame dai bordi alti mettiamo ad appassire le cipolle, a fiamma dolce, in 2 cucchiai di olio extravergine.

    Non appena saranno appassite, uniamo i pezzi di pollo e lasciamo che rosolino uniformemente, a fiamma vivace, su tutti i lati. Aggiungiamo il basilico spezzettato con le mani, sfumiamo con il vino bianco e aspettiamo che l’alcol evapori. Saliamo e aggiungiamo i pomodori pelati (o, in alternativa, 250 grammi di pomodorini lavati e spezzettati) ed anche un pizzico di peperoncino se piace.

    Copriamo il tegame e lasciamo cuocere a fiamma bassa per circa 20/25 minuti o fino a quando i pezzi di pollo non risulteranno teneri e ben cotti.

    Il pollo allo scarpariello può essere preparato con largo anticipo e servito all’occorrenza, dopo averlo fatto riscaldare a fiamma dolce.

    Se il sugo di pomodoro risultasse ancora troppo liquido per i nostri gusti, possiamo farlo restringere per qualche minuto ancora, a fiamma vivace sui fornelli.

    Se il sugo dovesse avanzare, potremmo condirci un buon piatto di pasta.

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

UA-40640819-2