Pizza con friarielli napoletani a lievitazione naturale

Voglia di pizza? Oggi parliamo di pizza con friarielli napoletani a lievitazione naturale, nella versione vegetariana. Si tratta di un morbido lievitato, molto facile, con una pasta alveolata e digeribile, perfetta sia a pranzo che a cena. In genere i friarielli napoletani vengono abbinati alle salsicce, anche sulla pizza; dato che, però, non avevo né salsicce né provola, ne ho realizzata una altrettanto saporita ma vegetariana. Il procedimento è molto facile; l’importante è non avere fretta, soprattutto quando si ha a che fare con il lievito madre. Buona pizza con friarielli a tutti. Se vi piacciono i friarielli napoletani, potete provare gli stuzzicanti cornetti di pasta sfoglia ripieni di friarielli, le frittelle, oppure le girelle di pizza con friarielli e salsicce o girelle di pasta sfoglia con robiola e friarielli napoletani.

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo14 Ore
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni6
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 220 gfarina tipo 1
  • 145 mlacqua
  • 6 gsale fino
  • 150 glievito madre
  • 1 cucchiaioolio extravergine d’oliva
  • q.b.semola rimacinata di grano duro (per lo spolvero sul tavolo da lavoro)
  • 600 gfriarielli napoletani già puliti
  • 1 spicchioaglio
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • q.b.sale grosso
  • 1peperoncino (facoltativo)

Preparazione

  1. Rinfreschiamo il lievito madre secondo le nostre abitudini, preleviamone 150 grammi e lasciamo lievitare fino al raddoppio.

    Quando sarà raddoppiato, prepareremo la farina e l’acqua per l’autolisi. In una ciotola capiente di una planetaria, versiamo tutta la farina e il 55% dell’acqua, ossia, in questo caso, 80 ml e mescoliamoli delicatamente ma in modo grossolano (non dobbiamo impastare). Copriamo la ciotola con pellicola per alimenti o con un canovaccio da cucina e lasciamo riposare per 20 minuti. Questo passaggio serve a rendere i nostri impasti migliori, nella resa e nel sapore. Non mi addentro nelle spiegazioni tecniche, dato che su internet ci sono molti articoli in cui questa tecnica è illustrata dettagliatamente.

    Dopo 20 minuti, uniamo il resto dell’acqua, il lievito naturale, mettiamo il gancio ad uncino e impastiamo fino a quando l’impasto non si attaccherà al gancio (circa 5-7 minuti). Ora possiamo unire il sale fino e continuare ad impastare fino a quando il panetto non si presenterà liscio ma molto morbido ed appiccicoso (10 minuti circa).

    Copriamo la ciotola e lasciamo riposare il panetto per un’ora.

    Dopo un’ora, spolverizziamo con poca semola di grano duro il tavolo da lavoro. Rovesciamoci il panetto delicatamente e diamogli un giro di pieghe come nelle foto (sono di un’altra preparazione ma il procedimento è lo stesso).

    Lasciamo il panetto sul tavolo infarinato, copriamolo a campana con la ciotola e lasciamolo riposare ancora per un’ora. Dopo un’ora diamo di nuovo le pieghe all’impasto come sopra e, infine, formiamo una palla.

    Versiamo pochissimo olio extravergine in una capiente terrina, mettiamoci il panetto, copriamo e lasciamo lievitare a temperatura ambiente fino al raddoppio del volume (nel mio caso, tutta la notte).

    Prepariamo i friarielli napoletani. Laviamoli e lasciamoli sgocciolare.

    In una padella mettiamo a rosolare uno spicchio d’aglio ed un peperoncino con dell’olio extravergine. Non appena l’aglio comincerà a sfrigolare nell’olio, aggiungiamo i friarielli, una manciata di sale grosso, copriamo con un coperchio, abbassiamo la fiamma e lasciamoli cuocere fino a quando non risulteranno teneri.

    Quando saranno cotti, sgoccioliamoli da eventuale liquido di cottura e lasciamoli intiepidire un po’.

    Non appena l’impasto per la pizza sarà ben lievitato, oliamo una teglia antiaderente e stendiamoci il panetto delicatamente, senza schiacciarlo, fino a ricoprire tutta la superficie della teglia.

    Lasciamo riposare per una mezz’ora. Poi, potremo accendere il forno alla temperatura massima. Quando il forno sarà ben caldo, inforniamo la pizza in bianco a metà altezza per 7/10 minuti al massimo (i tempi di cottura della pizza si riferiscono al mio forno a gas, con calore solo dal basso). Quando la pizza risulterà cotta, spegniamo il forno, estraiamola, condiamola con i friarielli napoletani e rimettiamola nel forno spento per 5 minuti, il tempo sufficiente per insaporire il tutto.

    La pizza con friarielli napoletani a lievitazione naturale è pronta per essere gustata.

    Bon appetit

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.