Crea sito

Lasagne della nonna al ragù

Le lasagne della nonna al ragù sono sempre le più buone; forse perché oggettivamente lo sono, forse perché le nonne sono sempre le nonne. Le lasagne sono uno dei miei primi piatti preferiti. Si possono realizzare con sfoglie di pasta secca oppure fresca all’uovo e non; possono essere farcite e condite in tanti modi diversi: con carne, pesce, verdure, vegane, vegetariane e così via. Sono ricche, profumatissime e adatte a festeggiare i momenti importanti, le ricorrenze, a Carnevale, ecc… Il meraviglioso profumo delle lasagne fa subito festa in casa e più le lasagne saranno succulenti più i nostri ospiti gradiranno. A proposito, le dosi sono abbondanti, perché le quantità previste dalla nonna sono sempre abbondanti.
 

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione1 Ora
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni10/12
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1 confezionesfoglie per lasagne
  • 1provola (fresca o stagionata)
  • q.b.mix di grana e pecorino grattugiato

Per il ragù della nonna

  • 750 gcarne macinata di vitello
  • 1 lpassata di pomodoro
  • 1 fogliaalloro
  • 350 gpiselli (in barattolo)
  • 1carota
  • 1cipolla dorata
  • 1 gambosedano
  • 1/2 bicchierevino bianco secco
  • q.b.sale fino
  • q.b.pepe macinato
  • 1/2 bicchiereacqua

Preparazione

  1. Prepariamo il ragù di carne. In un tegame molto capiente rosoliamo a fiamma bassa un trito di cipolla, carota e gambo di sedano. Quando il trito sarà del tutto appassito, alziamo la fiamma, uniamo la carne e la foglia di alloro e lasciamo rosolare perfettamente, mescolando spesso (una decina di minuti circa).

    Dopodiché, bagniamo col vino e lasciamo sfumare la parte alcolica. Infine, saliamo, pepiamo, uniamo i piselli (già scolati dal liquido di conservazione e sciacquati sotto acqua corrente), la passata di pomodoro, il mezzo bicchiere d’acqua (che avremo prima versato nella bottiglia vuota di passata, così si tira via tutto il pomodoro) e proseguiamo la cottura per circa 35/40 minuti a fiamma bassa, coperto. Se usiamo sfoglie di pasta secca, consiglio un ragù un po’ più liquido, quindi non facciamolo restringere troppo.

    Sia con lasagne di pasta fresca che secca, preferisco aggiungere i sughi bollenti; in questo modo la pasta cuocerà molto più velocemente.

    Nel frattempo tagliamo a pezzettini la provola e grattugiamo i due formaggi.

    Accendiamo il forno a 200*.

    Versiamo un mestolo di ragù bollente sul fondo della teglia. Facciamo un primo strato di sfoglie di lasagna, condiamo con la provola, un altro po’ di ragù e una spolverizzata del mix di formaggio grattugiato.

    Formiamo un secondo strato di pasta, disponendo le sfoglie nel verso opposto rispetto allo strato precedente e condiamo come sopra. Facciamo un terzo strato di pasta e continuiamo fino a terminare tutti gli ingredienti. Versiamo ciò che resta del ragù della nonna sulle nostre lasagne e spolverizziamo con un po’ di formaggio grattugiato e qualche altro pezzetto di provola.

    Inforniamo le nostre lasagne al ragù sul ripiano più basso per circa 20 minuti o fino a quando non risulteranno cotte. Passiamole per qualche minuto sotto il grill per formare la crosticina. Sforniamo e serviamo. Il giorno dopo saranno ancora più gustose.

    L’idea in più. Questa è la versione ufficiale delle lasagne della nonna al ragù. Qualche volta, però, aggiungo anche un po’ di besciamella fatta in casa (solo un po’, giuro), tra uno strato e l’altro di lasagne, ma non diciamolo alla nonna.

     

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.