Frollini da colazione della nonna

I frollini della nonna sono deliziosi biscotti di pasta frolla senza lievito, con cui accompagnare il caffè, il tè, oppure una golosa e cremosa tazza di cioccolata calda. Sono facilissimi da realizzare, si conservano per qualche giorno in una scatola di latta. Sono morbidi, profumati, golosissimi, adatti come idea regalo e per cominciare bene la giornata.

  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Preparazione:
    2 ore
  • Cottura:
    20 minuti
  • Porzioni:
    25 biscotti
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • Farina 00 225 g
  • Zucchero 85 g
  • Uova (medie) 2
  • Aromi q.b.
  • Amaretto (liquore) 1 cucchiaino
  • Burro 135 g
  • Sale fino 1 pizzico

Preparazione

  1. Mettiamo il burro a temperatura ambiente circa 15 minuti prima di preparare i frollini; deve solo ammorbidirsi un po’.

    Setacciamo la farina, uniamo il burro morbido, lo zucchero, le uova intere, il sale,  gli aromi (scorza grattugiata di arancia e limone) e un cucchiaino di liquore.

    Impastiamo molto velocemente tutti gli ingredienti, facciamone una palla, avvolgiamola nella pellicola per alimenti o nella carta forno e poniamolo in frigo per almeno un’ora.

    Trascorso il tempo di riposo in frigo, infariniamo abbondantemente un tavolo da lavoro, poiché l’impasto sarà piuttosto morbido e appiccicoso. Stendiamo la sfoglia col mattarello, dandole uno spessore di circa 2 cm.

    Ritagliamo i frollini con un coppa pasta (o bicchiere) di 5 cm. di diametro e poggiamoli man mano in una teglia con carta forno. Distanziamoli circa un dito l’uno dall’altro, poiché i frollini tenderanno ad allargarsi in cottura.

    Accendiamo il forno a 200*. Nel frattempo, rimettiamo i biscotti in frigo mentre il forno arriva a temperatura.

    Inforniamo i frollini a metà altezza per circa 20 minuti, fino a quando non diventeranno dorati. Sforniamoli subito, trasferiamoli su carta forno pulita per evitare che eventuale burro liquefatto rilasciato dai frollini durante la cottura li inumidisca troppo.

Precedente Speciale antipasti e sfizi per le feste di Natale Successivo Tartine di polenta con crema alla barbabietola

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.