Conservare le castagne

Come conservare le castagne fresche nel tempo senza che marciscano? Oggi vi parlerò del metodo che adotto io. E’ semplice, facile e sicuro e potremo gustarle anche quando non saranno più di stagione. Sarà sufficiente congelarle per poterle utilizzare all’occorrenza e preparare squisite caldarroste, piatti dolci o salati; oppure potremo bollirle, per realizzare conserve, creme per farciture, gelati e topping. Le castagne fresche, in questo modo, conserveranno tutto il loro sapore e profumo; basterà munirsi di comodi sacchetti per freezer e nient’altro.
 

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Metodo di cotturaSenza cottura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • castagne fresche

Strumenti

  • sacchetti freezer

Preparazione

  1. Per la conservazione delle castagne fresche: selezioniamole ed eliminiamo quelle marce o rovinate che presentano forellini. Se lo riteniamo opportuno laviamole velocemente sotto acqua corrente e asciughiamole, tamponandole ben bene con canovacci asciutti.

    Incidiamo le castagne sul fianco, senza andare troppo in profondità, come si fa per le caldarroste. In questo modo saranno subito pronte all’uso.

    Suddividiamole, secondo le nostre esigenze, in sacchetti adatti per il freezer, chiudiamoli con gli appositi laccetti, scriviamo su ogni sacchetto la data di congelamento e riponiamoli in freezer.

    Per utilizzarle non sarà necessario attendere che si scongelino, ma potremo subito utilizzarle per tutte le nostre preparazioni ponendole direttamente a cuocere.

    Se come me amate le castagne fresche, essiccate o sotto forma di farina qui troverete tante idee per utilizzarle al meglio: creme golose e facilissime, conserve, torte, pasta fresca, ecc…

4,5 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.