ZUPPA DI FAVE SECCHE con funghi

Possiamo preparare tutto l’anno la zuppa di fave secche con funghi, e avere la gioia di mangiarle fresche da maggio a luglio. In ogni caso, fresche o secche, le fave sono una ricca fonte di proteine e di preziosi minerali, e’ un legume conosciuto fin dai tempi dell’antica Grecia e non mancavano mai sulle tavole dei Romani.

Con la cottura gran parte degli alimenti perdono vitamine e minerali, quindi mangiarle fresche fa si’ che mantengano intatte le loro proprieta’ nutrizionali. Ma la comodita’ di averle tutto l’anno secche ha i suoi vantaggi. Con le fave cotte si possono arricchire zuppe e minestroni, unite ad altre verdure si creano pietanze complete, e inoltre si fanno ottime puree.

Le fave fresche vanno cucinate subito, mentre quelle secche si devono tenere prima in ammollo. Le fave secche decorticate, quelle senza buccia, necessitano di 8/10 ore di ammollo prima di essere cotte, mentre quelle secche con la buccia almeno 16/18 ore.

  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo12 Ore
  • Tempo di cottura2 Ore
  • PorzioniPer 4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

600 g fave secche (decorticate)
500 g funghi prataioli (champignon)
1 spicchio aglio
prezzemolo (fresco tritato)
q.b. sale + pepe + olio di oliva
1/2 cucchiaino bicarbonato
q.b. crostini di pane (a piacere anche pane curasau )

Strumenti

Preparazione

La sera prima mettete in ammollo le fave secche decorticata in una bacinella con acqua fredda e 1/2 cucchiaino scarso di bicarbonato. Dopo circa 10/12 ore sono pronte per essere sciacquate sotto acqua corrente e preparate per la cottura.

Mettete le fave in una pentola con acqua fredda e portatele ad ebollizione. Da quando l’acqua bolle cuocete le fave per 1 ora e 30 minuti. A cottura ultimata scolatele.

In una casseruola, se avete una pentola di coccio ancora meglio, mettete 4 cucchiai di olio di oliva e 4 cucchiai di preparato per soffritto pronto in barattolo, guarda qui come si fa’, oppure tritate al momento mezza carota, sedano, cipolla, aglio e prezzemolo e mettete a soffriggerli nell’olio.

Unite le fave al soffritto, aggiungete sale e pepe macinato, giratele mentre si insaporiscono e abbassate la fiamma. Lasciatele cuocere per circa 20 minuti.

Nel frattempo, preparate i funghi trifolati che avrete pulito e tagliato a fettine. In una padella mettete l’olio con 1 spicchio di aglio, buttateci dentro i funghi e saltateli per 10 minuti fino a quando non avranno assorbito la loro acqua. A fine cottura salate, pepate e aggiungete ai funghi una spolverata di prezzemolo fresco tritato.

Ultimata la cottura delle fave, saranno per meta’ ridotte naturalmente in purea e per meta’ quasi intere. Decidete come le volete servirle cosi’ oppure terminare di farle diventare tutta una purea schiacciandole con una forchetta direttamente in pentola.

Servite le fave con al centro qualche cucchiaio di funghi trifolati, irrorate con un filo di olio di oliva e qualche crostino di pane. Potete usare il pane curasau adagiato sul fondo del piatto e intorno alla zuppa.

Come sempre, buon appetito !!

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da melogranierose

Benvenuta/o nella cucina di Melogranierose. In questo blog troverai ricette veloci, semplici e gustose per fare felici tutti a tavola, qualsiasi sia la sua filosofia alimentare. Allacciatevi il grembiule e accendete i fornelli che iniziamo a cucinare !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.