LATTE DI SOIA FATTO IN CASA

Il latte di soia fatto in casa e’ piu’ corposo e gustoso, non c’e alcun dubbio, e non si puo’ paragonare al latte comprato, anche se e’ gia’ pronto e comodo da usare. Lo so’ che ci vuole piu’ tempo per prepararlo , ma preferisco bere o fare il Tofu con il latte fatto in casa.
In questa ricetta non ho improvvisato le dosi, ma ho seguito una formula precisa che dara’ anche a voi ottimi risultati. (leggete sotto il rapporto soia e acqua)
Il latte di soia fatta in casa possiamo farlo naturale o oppure dolce. Aromatizzato con vaniglia e’ piu’ gustoso per essere consumato come bevanda oppure per fare creme e dolci.
Il rapporto soia e acqua e’ il seguente:
100 gr di soia gialla biologica
900 ml di acqua naturale depurata (no di rubinetto, ma filtrata o in bottiglia)

  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni1 litro e mezzo
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Dose per ottenere 1 lt. e 1/2 di latte di soia che potrete utilizzare come bevanda o per fare il Tofu .

300 g fagioli di soia gialla (secchi, biologici)
2.70 l acqua (per la cottura)

Strumenti per fare il latte di soia

Pentola (capiente)
Frullatore
1 Scolapasta
1 Garza di cotone

Preparazione

Lavate i fagioli di soia in abbondante acqua corrente e metteteli in ammollo dentro una bacinella con acqua fredda.

Dopo circa 10-12 ore il volume della soia sara’ raddoppiato. Sciacquateli nuovamente sotto l’acqua e scolate.

Pesate la dose di acqua per la cottura della soia, 2 litri e 700 ml. Inserite una parte di soia nel frullatore, aggiungete qualche mestolo di acqua e iniziate a frullare.

Continuate a frullare la soia un po’ per volta con l’acqua, fino a quando non avrete finito i due ingredienti.

Versate il composto in una pentola capiente e con l’aiuto di una schiumarola eliminare la schiuma che si forma in superficie.

Accendete il fuoco a fiamma bassa e fate cuocere il composto. Dal momento in cui il latte inizia a bollire calcolate 15/20 minuti di cottura senza coperchio.

Terminata la cottura, spegnete il fuoco e lasciate intiepidire il latte prima di filtrarlo.

Vi consiglio di non filtrarlo quando e’ ancora bollente, altrimenti vi bruciate le dita mentre strizzate il telo.

Prendete uno scolapasta e posizionatelo sopra a un contenitore capiente per la raccolta del latte filtrato. Adagiate una garza di cotone dentro allo scolapasta e con un mestolo versate il latte, un po’ per volta.

Strizzate la poltiglia di soia che resta nel telo tirando su i lembi della garza, come se fosse un fagottino.

Nella garza di cotone rimarranno i resti della soia strizzata, non buttatela. Della soia non si butta via niente. Questa poltiglia si chiama Okara e la potrete usare per molte ricette, come ad esempio le squisite crocchette di patate e okara.

Il latte di soia naturale è pronto per essere consumato. Conservatelo in una bottiglia di vetro in frigorifero se volete berlo oppure usate questa dose perfetta per fare la ricetta del Tofu.

Per ottenere una bevanda piu’ gradevole basta aggiungere 20 gr di zucchero e un baccello di vaniglia per ogni litro di latte quando e’ ancora tiepido. Poi lasciatelo raffreddare, eliminate la vaniglia, e conservate in frigorifero.

4,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da melogranierose

Benvenuta/o nella cucina di Melogranierose. In questo blog troverai ricette veloci, semplici e gustose per fare felici tutti a tavola, qualsiasi sia la sua filosofia alimentare. Allacciatevi il grembiule e accendete i fornelli che iniziamo a cucinare !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.