Crea sito

Zeppole lievitate alle clementine morbidissime

Ciao a tutti, oggi prepariamo insieme le Zeppole lievitate alle clementine, morbidissime. Questa ricetta vi sorprenderà, anche se si tratta di frittura, grazie alla lievitazione del prodotto avrete delle zeppoline leggere al peso, asciutte, morbidissime e digeribili. Inoltre, grazie al succo di clementine nell’impasto proverete all’assaggio una sensazione di freschezza che sgrasserà il sapore di frittura, rendendole dei piccoli bocconi prelibati.. una tira l’altra, che dite? Andiamo a prepararle 😉
Passate a trovarmi sulla mia pagina FB, vi aspetto!

Zeppole lievitate alle clementine
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di riposo1 Ora 30 Minuti
  • Tempo di cottura3 Minuti
  • Porzioni6
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 250 gfarina 00
  • 8 glievito di birra fresco (o 4 gr lievito di birra granulare)
  • 50 mlacqua (tiepida)
  • 60 gzucchero
  • 30 gburro (morbido o 24 gr olio di semi)
  • 2clementine, fresche (succo circa 80 gr + buccia grattugiata)
  • 1uovo (medio)
  • q.b.olio di arachide (per friggere)
  • q.b.zucchero (o zucchero a velo)

Zeppole lievitate alle clementine

  1. Zeppole lievitate alle clementine

    Cominciamo grattugiando la buccia delle clementine rigorosamente bio ovviamente. Poi spremiamole e ricaviamo il succo che filtreremo con un setaccino.

    Scaldiamo leggermente l’acqua, sbricioliamo il lievito tra le dita e sciogliamolo completamente nell’acqua. Dentro una ciotola versiamo la farina, aggiungiamo il liquido con il lievito, un cucchiaino di zucchero prelevato dal totale. Cominciamo a impastare con una forchetta, aggiungiamo il succo di clementine poco per volta e le scorze grattugiate, formiamo un panetto morbido ma che si stacca facilmente dalle mani, mettiamo dentro una ciotola coperta da pellicola trasparente e lasciamo lievitare in luogo caldo e privo di correnti d’aria (io dentro forno spento con lucina accesa) fino al raddoppio, ci vorrà circa 1 ora.

    Nel frattempo lasciamo il resto degli ingredienti, uova, burro e zucchero a temperatura ambiente.

  2. Trascorso il tempo di lievitazione, mettiamo l’impasto raddoppiato di volume dentro una ciotola, aggiungiamo lo zucchero, l’uovo e il burro morbido. Amalgamiamo bene gli ingredienti, che dovranno essere ben assorbiti dall’impasto. Quando l’impasto si staccherà dalla forchetta o dal gancio dell’impastatrice sarà pronto. Copriamolo con un canovaccio e lasciamolo lievitare 30 minuti.

  3. Versiamo l’impasto dentro una sac a poche, nel frattempo scaldiamo l’olio dentro un pentolino a bordi alti.

    Appena l’olio sarà ben caldo, premiamo sulla sac a poche e lasciamo uscire una piccola noce d’impasto che staccheremo con una forbice da cucina, lasciando che cada direttamente nell’olio bollente. Con questo metodo velocizzeremo la frittura delle zeppole lievitate alle clementine e saranno tutte più o meno della stessa dimensione rendendo la cottura uniforme e perfetta.

    Cuociamo le zeppole per circa 3 minuti, mescolando delicatamente durante la cottura, regoliamoci con il colore, dovranno essere ben dorate.

    Lasciamo le zeppole sopra della carta cucina un paio di minuti, poi immergiamole dentro una ciotola con zucchero semolato mescolando in modo che ne siano completamente ricoperte.

    Possiamo sostituire al succo di clementine del succo d’arancia.

    Provate anche:

    Castagnole veloci dolci -15 minuti – Ricetta senza Burro

    Chiacchiere al Marsala senza uova e burro

    Grazie per aver preparato questa ricetta insieme a me, ricordate di mandarmi la foto se la realizzate, sarò orgogliosa di mostrarla nel mio Album delle ricette provate dai fan, sulla pagina FB.

    Spero la mia ricetta vi sia piaciuta.

    Vi aspetto alla prossima Melizia.

4,7 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da melizieincucina

Ciao a tutti e benvenuti sul mio Blog, mi chiamo Melita, classe 1975 e catanese DOC. Adoro cucinare i piatti della tradizione e la fonte di ispirazione sono le donne della mia famiglia. Creo e sperimento molte ricette, provate con soddisfazione dai miei fan che adoro, che chiedono consigli e spesso ne danno a me. Penso che l'Arte della cucina sia crescere insieme, confrontarsi e arrivare a un risultato che possa essere d'aiuto per chi vuole realizzare un piatto unico e di sicura riuscita. Tutto questo ovviamente vale per chi ama cucinare per le persone che ama.. tutto il resto sono solo chiacchiere.. quindi che fate? Seguitemi.. ;)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.