Crea sito

Involtini di pesce spada al forno o alla piastra

Ciao a tutti, oggi prepariamo insieme gli Involtini di pesce spada al forno. So che dal pescivendolo si trovano ormai i preparati pronti, ma io preferisco farli a casa e farcirli come mi ha insegnato papà, perché i suoi involtini sono buonissimi, morbidi e molto equilibrati nel gusto senza eccedere con il sapore dolciastro degli ingredienti.. un contrasto perfetto, se volete provarli seguitemi e andiamo a prepararli 😉
Sono talmente veloci da preparare che vorrete provarli subito!
Passate a trovarmi sulla mia pagina FB, vi aspetto!

Involtini di pesce spada al forno
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni8
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 8 fettepesce spada (per involtini tagliate sottili)
  • 80 gpangrattato
  • 10 gpinoli (1 cucchiaio)
  • 10 guva passa sultanina (1 cucchiaio)
  • 1 cucchiaiopecorino siciliano (o parmigiano grattugiato)
  • 1 ciuffoprezzemolo tritato
  • 1acciuga sott’olio
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • 1limone (succo e zeste)
  • Mezzaarancia bionda (succo)
  • q.b.sale
  • q.b.pepe

Involtini di pesce spada al forno

  1. Involtini di pesce spada al forno

    Cominciamo prendendo l’acciuga, togliamo la lisca e mettiamola in padella con due cucchiai d’olio, fiamma lentissima e sciogliamola pestandola leggermente con un cucchiaio di legno.

    Aggiungiamo il pangrattato e lasciamo tostare per circa 10 minuti mescolando continuamente fino a che non diventerà di un bel colore dorato.

    Nel frattempo immergiamo l’uvetta in acqua fredda dentro una ciotolina.

  2. Stendiamo le fettine di pesce spada su un tagliere o un vassoio, dovranno avere uno spessore di circa 5 mm, se sono più spesse, mettiamole tra due fogli di carta forno e battiamole delicatamente senza romperle con il batticarne o il fondo di un bicchiere.

  3. Involtini di pesce spada al forno

    Versiamo il pangrattato dentro una ciotola, strizziamo e asciughiamo l’uvetta e tritiamola grossolanamente insieme ai pinoli con un coltello. Poi, aggiungiamo il formaggio grattugiato, le zeste di limone, prezzemolo, sale, pepe, un filo d’olio, succo di mezzo limone e d’arancia. Impastiamo tutto amalgamando bene gli ingredienti, formando un composto sabbioso ma che si compatta al tatto, verifichiamo che sia così prendendone un po’ tra le dita.

    Distribuiamo il composto uniformemente su tutte le fette di pesce posizionandolo sulla parte larga della fettina, pieghiamo i due lembi esterni verso il ripieno e arrotoliamo la fettina su se stessa con la punta finale rivolta verso il basso, con questo metodo non dovremo utilizzare stuzzicadenti per chiuderli, e non si apriranno durante la cottura.

  4. Ungiamo gli involtini prima con olio poi giriamoli nel ripieno avanzato con il pangrattato facendo aderire per bene la panatura e posizioniamoli su una teglia rivestita da carta forno. Irroriamo con succo di mezzo limone e olio e inforniamo a 200° per circa 10-15 minuti senza girarli.

    Involtini di pesce spada al forno o alla piastra, si, possiamo prepararli anche sulla piastra se non ti va di accendere il forno. Sulla piastra fredda, mettiamo un foglio grande di carta forno, posizioniamo gli involtini, richiudiamo la carta forno formando un cartoccio e lasciamo cuocere a fiamma dolce per circa 20 minuti.

    Potrebbe interessarvi anche:

    Pesce a fette gratinato in forno

    Insalata di polpo verace

    Calamari gratinati al forno con zucchine croccanti

    Grazie per aver preparato questa ricetta insieme a me, ricordate di mandarmi la foto se la realizzate, sarò orgogliosa di mostrarla nel mio Album delle ricette provate dai fan, sulla pagina FB.

    Spero la mia ricetta vi sia piaciuta.

    Vi aspetto alla prossima Melizia.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da melizieincucina

Ciao a tutti e benvenuti sul mio Blog, mi chiamo Melita, classe 1975 e catanese DOC. Adoro cucinare i piatti della tradizione e la fonte di ispirazione sono le donne della mia famiglia. Creo e sperimento molte ricette, provate con soddisfazione dai miei fan che adoro, che chiedono consigli e spesso ne danno a me. Penso che l'Arte della cucina sia crescere insieme, confrontarsi e arrivare a un risultato che possa essere d'aiuto per chi vuole realizzare un piatto unico e di sicura riuscita. Tutto questo ovviamente vale per chi ama cucinare per le persone che ama.. tutto il resto sono solo chiacchiere.. quindi che fate? Seguitemi.. ;)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.