Torta con marmellata di ciliegie e amaretti

torta amaretti e marmellata


Questa torta è perfetta non solo per iniziare la giornata con una marcia in più ma anche per essere gustata a fine pasto come dessert. E’ semplicissima da preparare, la marmellata alle ciliegie e gli amaretti la rendono irresistibile! Provate e fatemi sapere se vi piace 🙂 Vediamo insieme il procedimento:

INGREDIENTI:
290 gr farina
3 uova
230 gr zucchero
400 gr marmellata di ciliegie
vanillina
lievito
130 gr acqua
125 gr olio di semi di mais
amaretti per decorazione

PREPARAZIONE:

Per prima cosa montate in una ciotola le uova con lo zucchero, aiutandovi con uno sbattitore elettrico, fino ad ottenere un composto spumoso. Incorporate a filo l’olio e poi l’acqua e continuate a lavorare. Aggiungete poi la vanillina, la farina ed il lievito precedentemente setacciati e lavorare ancora fino ad amalgamare bene tutti gli ingredienti (otterrete un composto molto liquido). Imburrate e infarinate una tortiera, oppure rivestitela con carta da forno, versate tutto il composto all’interno e sopra distribuite la marmellata qua e là (metà vasetto). Fate cuocere in forno preriscaldato a 180° per 40 minuti circa. Terminata la cottura, fate raffreddare completamente la vostra torta e poi spennelate tutta la superficie con la restante marmellata di ciliegie. Sbriciolate poi 4/5 amaretti e spolverate con le briciole tutta la torta e decorate con qualche amaretto intero.

Consigli:
Poichè la marmellata ha un peso diverso rispetto al composto (che è invece leggero e quasi liquido) durante la cottura si deposita sul fondo della torta. Se volete renderla ancora più buona potete mettere la marmellata solo a fine cottura, ossia dopo aver tolto la torta dal forno, la tagliate a metà e la farcite sia internamente che in superficie 🙂
Buon appetito e alla prossima ricetta!

Foto e ricetta Gabry © – tutti i diritti riservati

Pubblicato da Gabry

Il mio nome è Gabry (o meglio Gabriella!) e sono abruzzese doc!! Sono una ragazza semplice, con un grande cuore ♥ Non sono una cuoca di professione, piuttosto mi definisco una “pasticciona” ai fornelli! Però, tra esperimenti, successi e fallimenti, quando indosso il mio grembiule mi sento felice...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.