Crea sito

Risotto con gamberi allo zafferano

risotto con gamberi

Oggi prepariamo insieme un gustosissimo risotto con gamberi allo zafferano! Un bel primo piatto saporito e sfizioso, perfetto per conquistare a tavola! Una ricetta facile facile da preparare che vi sarà tanta soddisfazione! Io adoro i gamberi e si possono realizzare tanti piatti davvero sfiziosi! Ad esempio le Bruschette con zucchine grigliate gamberi e ricotta sono perfette per un aperitivo. Oppure i Gamberi al limone gratinati con pomodorini sono perfetti per un antipasto sfiziosi e veloce. Se invece vi piacciono le zuppe non perdetevi la Vellutata di zucchine con gamberi allo zafferano, una delizia! O, per finire, una bella sana e gustosa Insalata di gamberi sedano e pomodorini. Ma ora veniamo a noi! Prepariamo insieme questo bel risotto con gamberi allo zafferano.

risotto con gamberi
  • CostoMedio
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 360 griso
  • 500 ggamberi
  • 5 cucchiaiolio di oliva (circa)
  • 2 spicchiaglio
  • Mezzo bicchierevino bianco (circa)
  • q.b.prezzemolo tritato
  • q.b.zafferano in pistilli (circa 20 pistilli oppure una bustina monodose)
  • q.b.sale
  • q.b.pepe
  • brodo di pesce (circa 2 litri)
  • 40 gburro

Preparazione

  1. Prendete una tazzina da caffè, mettete all’interno i pistilli di zafferano e riempite la tazzina di acqua bollente.

  2. Coprite e lasciate riposare per almeno 30-40 minuti per permettere allo zafferano di tirare fuori tutto il suo splendido colore.

  3. Ora lavate bene i gamberi, eliminate la testa il guscio e le zampette e conservateli per il brodo.

  4. Incidete il dorso di ciascun gambero con un coltello affilato, estraete l’intestino sfilandolo e buttatelo.

  5. Risciacquate i gamberi, scolate per bene l’acqua e tamponateli con carta da cucina.

  6. Per decorare il piatto finale potete anche lasciare un gambero a persona con tutto il guscio 😉

  7. A questo punto preparate il brodo. Prendete una casseruola capiente e versate all’interno 2 litri di acqua. Aggiustate di sale e pepe.

  8. Aggiungete i gusci dei gamberi appena puliti, una manciata di prezzemolo fresco tritato e circa 30 grammi di trito per soffritto (sedano carote e cipolla).

  9. Portate ad ebollizione e poi abbassate la fiamma al minimo, lasciandola costantemente accesa.

  10. Prendete una padella, versate all’interno circa 3 cucchiai di olio d’oliva e fate dorare uno spicchio di aglio.

  11. Unite poi il riso e fatelo tostare qualche minuto girando con un mestolo.

  12. Sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco e fate completamente evaporare.

  13. A questo punto cominciate a versare il brodo (filtrandolo) che avete lasciato a fiamma minima, un mestolo per volta.

  14. Per un risotto perfetto il brodo (potete anche utilizzare semplicemente acqua) va aggiunto poco per volta.

  15. Solo quando il riso ha assorbito eccessivamente i liquidi va inserito altro brodo.

  16. Mentre il risotto cuoce lentamente passate ai vostri gamberi.

  17. In una padella mettete circa due cucchiai di olio d’oliva e uno spicchio di aglio.

  18. Inserite all’interno i gamberi e fate cuocere, a fiamma media, per qualche minuto.

  19. Girateli anche sull’altro lato e, terminata la cottura, versate sopra l’acqua con i pistilli di zafferano, mescolate e spegnete il gas.

  20. Nel frattempo avrete proseguito anche la cottura del risotto aggiungendo poco alla volta il brodo.

  21. Una volta cotto spegnete la fiamma, aggiungete il burro e mantecate con un mestolo.

  22. Versate all’interno i gamberi allo zafferano e amalgamate bene.

  23. Decorate con una generosa manciata di prezzemolo tritato e peperoncino se vi piace.

  24. Impiattate il vostro risotto con gamberi allo zafferano e gustate subito!

  25. Spero che questa ricetta vi sia piaciuta, tornate presto a trovami!

    Ricetta e Foto Gabry – tutti i diritti riservati

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Gabry

Il mio nome è Gabry (o meglio Gabriella!) e sono abruzzese doc!! Sono una ragazza semplice, con un grande cuore ♥ Non sono una cuoca di professione, piuttosto mi definisco una “pasticciona” ai fornelli! Però, tra esperimenti, successi e fallimenti, quando indosso il mio grembiule mi sento felice...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.