Crea sito

Chiffon cake con cioccolato Gianduia alle nocciole (senza burro)

DSC_1256

Se anche voi amate preparare dolci e torte per una colazione sana e gustosa al tempo stesso, provate questa Chiffon cake con cioccolato Gianduia alle nocciole, senza burro! Altissima, sofficissima e buonissima!! Perfetta per essere inzuppata in una bella tazza di latte e caffè o semplicemente per essere gustata quando abbiamo voglia di un dolce buono ma leggero!! Vediamo insieme il procedimento:

INGREDIENTI:

230 zucchero
50 gr frumina + 240 farina 00 (se non avete la frumina potete usare direttamente 290 gr di farina 00)
150 gr di cioccolata al latte con nocciole gianduia
6 uova grandi (vanno bene anche medie)
200 gr di acqua tiepida
120 gr di olio di semi

1 bustina di vanillina
1 bustina di lievito per dolci
1 bustina di Cremore tartaro (8 gr)
1 pizzico di sale
scorza di limone grattugiata
zucchero a velo q.b (per spolverizzare)

PER QUESTO DOLCE OCCORRE UNO STAMPO PER CHIFFON CAKE

DSC_1125
PROCEDIMENTO:

Setacciate in una ciotola abbastanza capiente la farina ed il lievito. Aggiungete a questi lo zucchero ed un pizzico di sale. Nel frattempo prendete la cioccolata e tritatela con l’aiuto di un coltello, lasciate da parte giusto 2 manciate di cioccolata per la decorazione finale, il resto mettetela in una casseruola, fatela sciogliere a bagno maria e poi lasciatela raffreddare. Adesso prendete le uova e separate i rossi dai bianchi mettendoli in 2 recipienti diversi. Nella ciotola dei rossi versate l’acqua a temperatura ambiente e l’olio di semi (io ho usato quello di mais). Aggiungete anche la scorza grattugiata di un limone (possibilmente biologico) e la bustina di vanillina, (se avete invece la bacca di vaniglia dovete inciderla a metà, aprirla ed estrarre i semi con la punta di un coltellino). Sbattete il tutto con le fruste elettriche fino ad ottenere un composto spumoso e chiaro. Aggiungete ora gli ingredienti secchi precedentemente messi da parte, ovvero farina, lievito, pizzico di sale e zucchero, aggiungete anche la cioccolata fusa (ormai tiepida) e montate di nuovo con la frusta fino ad ottenere un composto omogeneo e cremoso. Passate a montare a neve gli albumi con un goccio di limone. Quando saranno diventati bianchi e morbidi, versate la bustina di cremore tartaro e continuate a montare con le fruste per qualche minuto. Una volta che gli albumi saranno ben sodi, incorporateli delicatamente al composto con le uova, mescolando con una spatola dal basso verso l’alto per non smontarli. Una volta amalgamato tutto il composto versatelo delicatamente nell’apposito stampo, senza imburrare nè infarinare. Spolverate la superficie con la cioccolata tritata che avevate messo da parte. Infornate la chiffon cake e fate cuocere in forno statico preriscaldato a 160°-180° per 60 minuti (fate sempre la prova stecchino per la cottura). Una volta pronta togliete dal forno e, se il vostro stampo è dotato di piedini capovolgetelo a testa in giù e lasciatelo raffreddare completamente, almeno per 1 ora. Se invece, come nel mio caso, non avete uno stampo con i piedini vi basterà prendere un imbuto, che tutti abbiamo in cucina, inserirlo nel buco presente nello stampo e capovolgerlo delicatamente facendo attenzione a trovare il punto di equilibrio. Il dolce non cade perchè aderisce perfettamente alle pareti dello stampo, non a caso non va nè imburrato nè infarinato. Solo una volta raffreddato ed incorporata l’aria necessaria per diventare soffice e leggero, potrete sfornarlo senza rovinare nulla 🙂 Passata almeno 1 ora staccate il dolce dalle pareti con l’aiuto di un coltello, sollevate la parte più grande dello stampo e rimuovete il fondo, sempre aiutandovi con un coltello affilato. Una volta che il dolce sarà completamente freddo spolverate con lo zucchero a velo. Et voilà, la chiffon cake è pronta per essere gustata!! Buona torta a tutti e alla prossima ricetta 🙂

Foto e Ricetta Gabry © copyright – tutti i diritti riservati

Pubblicato da Gabry

Il mio nome è Gabry (o meglio Gabriella!) e sono abruzzese doc!! Sono una ragazza semplice, con un grande cuore ♥ Non sono una cuoca di professione, piuttosto mi definisco una “pasticciona” ai fornelli! Però, tra esperimenti, successi e fallimenti, quando indosso il mio grembiule mi sento felice...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.