Crea sito

Rigatoni con calamaretti all’acqua pazza “Campania”


Uno dei modi di cucinare più diffusi, è quello di preparare piatti di mare “all’acqua pazza”, un metodo antico, che nacque proprio dai pescatori che facevano cuocere il pesce appena pescato, in acqua di mare. Oggi, per voi, una ricetta dal gusto delicato e travolgente, “ Rigatoni all’acqua pazza di calamaretti”.

  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni1
  • Metodo di cotturaFuoco lento
  • CucinaItaliana

Ingredienti:

  • 70 gCalamaretti
  • 80 gpasta di grano duro (Possibilmente di Gragnano)
  • 50 gPomodorini col sugo
  • q.b.sale
  • q.b.pepe nero
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • 10 gprezzemolo tritato

Strumenti:

  • 1 Coltello
  • 1 Pentola
  • 1 Casseruola
  • 1 Mestolo
  • 1 Scolapasta

Preparazione:

  1. Prepariamo tutti gli ingredienti. Lavare bene i calamaretti sotto dell’acqua fredda, pulirli bene e togliere le interiora, la cartilagine centrale e la pellicina esterna. Dopo tagliarli a pezzi.

  2. Mettiamo sul fuoco una casseruola con dell’olio evo e uno spicchio d’aglio in camicia e lasciamo soffriggere a fuoco lento per un 3 minuti.

  3. Poi versiamo la salsa di pomodorini, e lasciamo in cottura sempre a fuoco lento per un venti minuti.

  4. Ora aggiungiamo i calamaretti (io come potete vedere ho aggiunto anche dei calamaretti ripieni nei prossimi giorni vi darò la ricetta), lasciamo cuocere per dieci minuti non di più altrimenti diventano gommosi.

  5. Gli ultimi due minuti aggiungiamo il prezzemolo tritato, il pepe e un po’ di acqua di cottura della pasta, giriamo il tutto bene e dopo aver spento lasciamo riposare per cinque prima di servire.

  6. Mentre va il sugo mettiamo sul fuoco, a fiamma bassa, una padellina con dell’olio evo

  7. e vi adagiamo un pezzetto di calamaretto a friggere per un minuto da ambo i lati, ci servirà per la guarnizione

    .

  8. Contemporaneamente mettiamo una pentola d’acqua per far cuocere la pasta, appena bolle caliamo la pasta e a cottura avvenuta la scoliamo bene.

  9. Poi impiattiamo come in foto.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.