Pasta Frolla (ideale per tartellette, cream tart e gusci…)

Che adoro la frolla non è un segreto!, e quando un paio di settimane fa la mia amica Paola Barattucci, nonchè mod del nostro gruppo fb, mi chiede consigli su come realizzare una cream tart che non risulti dura al taglio le ho proposto questa ricetta in cambio però di scatti della sua preparazione in modo tale da poter pubblicare sul blog!

Come potete vedere ha accettato ed è rimasta entusiasta del risultato finale!

Sono un’approfittatrice? A volte si…ma per il bene del blog e di tutti i mattarelli in ascolto! (😜😜😜)

Questa frolla è davvero ottima e friabile grazie all’utilizzo dei soli tuorli che ne conferiscono la fragranza. Adatta sia per tartellette alla frutta o alla crema che per gusci di crostate da riempire con crema e frutta o bavaresi nonchè per creare cream tart perfette al taglio.

Non potete non provarla a realizzare a mano o con planetaria usando la tecnica classico cone in video allegato o con metodo della sabbiatura (che per me è il più adatto).

Vi è piaciuto il nostro regalino??? È fatto sempre con il ❤️

  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo1 Ora
  • Tempo di cottura12 Minuti
  • Porzioni8
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

400 g farina 00
150 g zucchero a velo
200 g burro (bavarese)
4 tuorli
q.b. aromi di vaniglia (arancia, limone, etc.)
1 pizzico sale

Strumenti

Passaggi

Procedimento:

Per creare una frolla molto friabile al taglio ma che non si sgretoli allo stesso tempo è utile la tecnica della sabbiatura semplicemente unendo le polveri della farina e dello zucchero a velo al burro freddo da frigo tagliato a tocchetti. Per sabbiare si possono usare le mani oppure la frusta a filo o k della planetaria. Quando il conposto diventa appunto sabbioso si possono aggiungere il sale, gli aromi a piacere e i tuorli. Amalgamare bene il tutto sempre a mano o con frusta k finchè il composto non inizia a compattarsi. Ora a mano creare un panetto, appiattirlo e avvolgerlo in pellicola trasparente per riporlo in frigo per almeno un’ora.

Una volta tirato fuori dal frigo si deve rendere plastica la frolla maneggiandola per una trentina di secondi con le mani cercando sempre di non riscardarla troppo ma di renderla solo più elastica.

Stendere ora dell’altezza desiderata (per la cream tart consiglio 3-4 mm al massimo) coppare a piacere in base a ciò che si intende realizzare e riporre una mezz’oretta in frigo se fa molto caldo prima di procedere alla cottura in forno statico preriscaldato a 170° per 12 minuti o comunque fin quando i bordi cominciano a farsi ambrati.

Cacciare dal forno e lasciar raffreddare. A tal proposito consiglio per lettere, numeri o altre forme più grandi di lasciare raffreddare in teglia in quanto la frolla appena fuori dal forno è molto delicata e potrebbe rompersi.

4,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.