Variazione di uova di quaglia

La variazione di uova di quaglia è un piatto molto semplice, la cui presentazione però riesce a renderlo insolito ed elegante.
Il piatto è composto da un uovo di quaglia fritto su pane tostato con una fettina di lardo e da due uova mollette poggiate su una foglia di radicchio fritto.
Il piatto è poi completato da una mousse di ricotta e radicchio, che funge anche da elemento decorativo del piatto.
Le uova di quaglia sono più leggere di quelle di gallina, ed ormai si trovano senza difficoltà nei supermercati più forniti.
Ciò in cui vi raccomando di avere cura è l’apertura delle uova, poiché la membrana interna è molto dura, ed è facile rovinarle.
Al lavoro!

variazione di uova di quaglia

Variazione di uova di quaglia

Ingredienti per 4 persone:

1 filoncino
12 uova di quaglia
1/2 radicchio più quattro belle foglie intere
200 gr di ricotta
1/2 scalogno
4 fettine di lardo
Olio EVO
Sale, pepe
Olio di semi per friggere

Preparazione:

Tritare finemente lo scalogno e tagliare il radicchio a listarelle.
Soffriggere lo scalogno in un filo d’olio, poi aggiungere il radicchio e fare appassire per circa 5 minuti.
Frullare il radicchio con la ricotta, poi mettere in un sac-à-poche con bocca stellata (tenerne nella ciotola 2-3 cucchiai).
Con un pennello da cucina, spalmare una striscia di mousse al centro del piatto.
Tagliare il filone in 4 parti, versare un filo d’olio e far tostare in forno per qualche minuto.
Quando il pane è caldo, poggiare una fettina di lardo su ogni fetta.
Friggere 4 uova di quaglia in un padellino con un filo d’olio (per aprirle, tagliatele a metà con un coltello direttamente sulla padella).
Friggere le foglie intere di radicchio immergendole per un paio di minuti nell’olio di semi, poi poggiare su carta assorbente.
Mettere a bollire dell’acqua in un pentolino e, quando è bollente, immergervi 8 uova e far cuocere 2 minuti.
Passare sotto l’acqua fredda e sbucciare delicatamente (per evitare di rovinarle, passarle con il palmo della mano su un piano così da far rompere il guscio).
Sistemare il crostino con il lardo su un lato del piatto e porvi sopra l’uovo fritto.
All’altro estremo del piatto, porre la foglia di radicchio con le uova mollette.
Mettere 3 ciuffetti di mousse al centro del piatto, spolverare con pepe nero e servire.

variazione di uova di quaglia

Precedente Liquore al finocchietto selvatico Successivo Maionese vegan

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.