Trofie con pesto alla siciliana

Vi dirò la verità: ero indecisa su che nome dare a questo post: in effetti la salsa che ho preparato oggi viene comunemente definita “pesto alla siciliana” ed è a base di ricotta e noci, ma non mi risulta essere particolarmente diffusa fra noi siciliani né che rappresenti un piatto tradizionale (oh se poi siete di qualche paesino siciliano dove si usa ed io non lo conosco scrivetemi pure, sarei ben lieta di essere smentita 😀 ). Premessa a parte, è davvero delizioso, oltre che semplice da fare: pochi minuti per avere una golosissima pasta vegetariana, davvero una delizia!
Come al solito, io prediligo la pasta fresca, ancor meglio se fatta in casa, ma è ottima anche quella del banco frigo. Ne adoro la consistenza, in siciliano diciamo più caddarusa (più consistente) della pasta secca 😉
Eccovi la ricetta, provatela e fatemi sapere che ne pensate 😉

Trofie con pesto alla siciliana

Trofie con pesto alla siciliana

Ingredienti per 4 persone:

500 gr di trofie (per prepararle in casa clicca qui)
100 gr di noci (peso da sbucciate)
300 gr di ricotta
10 gr di basilico
1 cucchiaino di concentrato di pomodoro
4 cucchiai di parmigiano grattugiato
Olio
Sale, pepe

Preparazione:

In un mixer, frullare le noci con la ricotta, le foglie di basilico, il formaggio grattugiato, il concentrato di pomodoro sciolto in 2 cucchiai d’acqua, il formaggio grattugiato e 3 cucchiai d’olio.
Frullare fino a quando non si ottiene una crema morbida. Se il pesto risulta troppo compatto, aggiungere un po’ d’olio.
Quando la crema è pronta, trasferire in una ciotola capiente ed aggiustare di sale e di pepe.

Nel frattempo, cuocere le trofie in abbondante acqua salata, poi scolare e condire in un’insalatiera con il pesto alla siciliana.

Servire le trofie con pesto alla siciliana ben calde, buon appetito!

Cerchi altre ricette con le noci? Clicca qui!

Segui il mio canale youtube!

Trofie con pesto alla siciliana

Precedente Una giornata a Giallozafferano - Open Day 2016 Successivo Funghi speziati all'indiana

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.