Treccia di pane al latte ai tre colori

Treccia di pane al latte ai tre colori

Come saprete se mi seguite, non sono una grande panificatrice, credo come conseguenza del fatto di non essere una grande pianificatrice!

Per essere fatti bene, infatti, i lievitati, richiedono tempi lunghi, cosa che spesso non ho perché quando mi viene voglia di fare il pane è sempre troppo presto o troppo tardi!!!

Scherzi a parte, quando mi ci metto, però, faccio dei signori pani! Oggi per esempio voglio mostrarvi, con un certo orgoglio, la mia treccia di pane al latte ai tre colori, frutto della mia fantasia e creatività, che ha conquistato tutta la mia famiglia sia per il suo gusto che per la sua estetica (cosa in cui francamente mi succede molto raramente di eccellere, ahahah!).

Ho aromatizzato i miei panetti rispettivamente al pomodoro, al basilico e alle olive, creando un delizioso gioco di profumi e colori.

Vi serve qualche oretta di tempo, ma vi assicuro che il risultato vale assolutamente lo sforzo: potrebbe essere anche un’idea carina e originale per portare in tavola il pane a Natale, che ne dite?

Ecco come fare…

Treccia di pane al latte ai tre colori
  • Preparazione: 5 Ore
  • Cottura: 20 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 4 trecce
  • Costo: Economico

Ingredienti

Per l'impasto:

  • 500 g Farina Manitoba (o altra farina forte)
  • 1 g Lievito di birra secco (o 3 g di quello fresco)
  • 400 ml Latte
  • 1 pizzico Zucchero
  • 10 g Sale
  • 2 cucchiai Concentrato di pomodoro
  • 20 g Basilico
  • 50 g Olive nere infornate

Per la finitura:

  • 50 ml Latte
  • Semi di sesamo
  • Semi di papavero

Preparazione

  1. Per prima cosa, versate la farina in una ciotola.

    Sciogliete il lievito nel latte tiepido con un pizzico di zucchero e lasciate riposare 5 minuti.

  2. Unite il latte a filo alla farina fino a quando non è tutta amalgamata (la dose di latte è indicativa e può variare a seconda della farina, deve venire un impasto morbido ma non troppo umido).

    Dopo aver fatto amalgamare gli ingredienti, unite il sale e lavorate per un altro minuto, poi lasciate riposare per una decina di minuti.

  3. Nel frattempo, frullate il basilico con un filo d’olio.

    Denocciolate le olive nere e frullatele in un mixer.

  4. Dividete l’impasto in tre parti: a una aggiungete il concentrato di pomodoro, a un’altra le olive e all’ultima il basilico.

  5. Lavorate i tre impasti separatamente su una spianatoia infarinata per una decina di minuti, finché non risultano di colore omogeneo, non troppo appiccicosi ed elastici.

  6. Formate 3 palle e mettete gli impasti in un canovaccio avvolto in un plaid per 3-4 ore, fino al raddoppio.

  7. Trascorso questo tempo, dividete ogni palla in 4 parti e ricavatene dei vermicelli lavorandole con le dita.

  8. Mettete ogni cordoncino rosso accanto a uno verde e uno marrone e intrecciateli fra loro, facendo aderire l’estremo schiacciandoli assieme con i polpastrelli.

  9. Sistemate le trecce su una leccarda, copritele con pellicola trasparente (cercando di non fare andare la pellicola a diretto contatto col pane) e lasciate lievitare altre due ore.

  10. Spennellate la superficie delle vostre trecce con un po’ di latte e completate a piacere con semi di sesamo o di papavero.

  11. Cuocete le trecce di pane per 20 minuti in forno preriscaldato in modalità statica a 200° per circa 20 minuti (per avere la certezza che il pane sia cotto, prendetelo e “bussate” sulla base: se sentite un rumore di vuoto l’impasto dovrebbe essere cotto).

    Estraete il pane dal forno.

    Lasciate raffreddare completamente la vostra treccia di pane al forno prima di gustarla.

    Buon appetito!

Note e consigli:

  • I tempi di lievitazione possono essere ridotti aumentando la quantità di lievito nell’impasto, ma il pane finale sarà meno digeribile;
  • E’ possibile utilizzare anche farina di grano duro o farine meno raffinate ma in questo caso bisognerà un po’ aumentare la quantità del latte;
  • Il latte nell’impasto può essere sostituito dall’acqua;
  • Per infarinare la spianatoia, consiglio di utilizzare sempre la farina di grano duro, che rende il piano di lavoro più ruvido evitando che l’impasto si appiccichi;
  • Il pane può essere cotto anche in forno ventilato, ma in tal caso consiglio di abbassare la temperatura a 180° per evitare che venga eccessivamente croccante in superficie.

Seguitemi anche sui social!

Facebook – Instagram – Pinterest – Twitter – Google+ – Youtube

Per restare sempre aggiornati sulle mie ricette, iscrivetevi alla newsletter!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.