Strudel salato mortadella e pistacchi

Cari lettori, oggi si va di roba goduriosa: ho preparato un golosissimo strudel salato mortadella e pistacchi con formaggio filante, una delizia unica!

Come potrete immaginare, una delle cose che ha fatto innamorare mio marito di me è proprio il fatto che io sappia cucinare bene (La bellezza passa, la fame no!). Quando un piatto mi riesce particolarmente bene, rivedo nei suoi occhi la stessa luce di quando ho detto per la prima volta “So fare le scacce ragusane…”. Ebbene, con questo strudel mi ha guardata così, innamorato come il primo giorno, eheheheh!

Scherzi a parte, come vi ho già detto in altri post, adoro gli strudel salati: l’impasto è semplicissimo e non ha bisogno di lievito e si possono farcire in mille modi diversi!

Adoro la mortadella e coi pistacchi, si sa, è la morte sua, ma siccome non mi piace sentire troppo il grasso in bocca ho bilanciato il tutto con un po’ di limone, che dona una nota acida al piatto.

Eccovi la ricetta!

Se volete vedere come ho preparato lo strudel in diretta facebook, cliccate qui.

Strudel salato mortadella e pistacchi
  • Difficoltà:Bassa
  • Preparazione:30 minuti
  • Cottura:30 minuti
  • Porzioni:4 persone
  • Costo:Basso

Ingredienti

Per l’impasto:

  • Farina 130 g
  • Uovo 1
  • Olio extravergine d’oliva 2 cucchiai
  • Acqua 30 ml
  • Sale 1 pizzico

Per il ripieno:

  • Mortadella 120 g
  • Granella di pistacchi 40 g
  • Scamorza (provola) 120 g
  • Limone 1/2
  • Olio extravergine d’oliva
  • Pepe nero

Per la finitura

  • Tuorli 1
  • Semi di papavero

Preparazione

  1. Mettere la farina in una ciotola con una manciata di sale, aggiungere l’uovo e l’olio e cominciare a lavorare, prima con un dito e poi con tutta la mano, unendo man mano l’acqua a filo finché tutta la farina non è amalgamata (la quantità d’acqua è indicativa e potrebbe variare leggermente a seconda della farina utilizzata).

  2. Continuare a lavorare l’impasto su una spianatoia infarinata (possibilmente con farina di grano duro, che è più ruvida ed evita che l’impasto si attacchi al piano da lavoro).

    Quando l’impasto risulta liscio ed elastico, avvolgere nella pellicola e fare riposare 10 minuti in frigorifero.

  3. Nel frattempo, tagliare il formaggio a fettine sottili.

  4. Stendere il panetto il più sottilmente possibile e spennellare la superficie con un filo d’olio.

  5. Rivestire la superficie di mortadella, poi di formaggio ed infine di granella di pistacchi.

    Condire tutto con qualche goccia di succo di limone e una spolverata di pepe nero.

  6. Ripiegare le due estremità laterali su se stesse e poi arrotolare l’impasto fino a dargli la forma di un salsicciotto.

  7. Trasferire delicatamente su una leccarda rivestita di carta forno e incidere la superficie con un coltello affilato disegnando delle linee parallele, non troppo vicine fra loro.

  8. Spennellare la superficie dello strudel con un tuorlo d’uovo e completare con una manciata di semi di papavero.

  9. Cuocere in forno preriscaldato in modalità ventilata a 190° per circa 30 minuti, o comunque fino a doratura.

    Estrarre dal forno, lasciare leggermente intiepidire e servire tagliato a fette.

    Buon appetito, il vostro strudel salato mortadella e pistacchi è pronto!

Note e consigli:

  • La provola può essere anche sostituita con la mozzarella, la scamorza affumicata o un formaggio dolce come l’Emmentaler;
  • Per la finitura, è possibile utilizzare un po’ di latte al posto del tuorlo d’uovo;
  • I semi di papavero possono essere sostituiti da quelli di sesamo o da altri semi a piacimento (possono anche non essere messi);
  • Se si utilizza il forno statico, cuocere lo strudel a 200° per 35-40 minuti.

Seguitemi anche sui social!

Facebook – Instagram – Pinterest – Twitter – Google+ – Youtube

Per restare sempre aggiornati sulle mie ricette, iscrivetevi alla newsletter!

Precedente Insalata di pasta calda con speck, mozzarella e pesto di pistacchi Successivo Pasta al forno ricotta e ragù alla zucca

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.