Stocco alla messinese (a ghiotta)

In questo periodo, mi sto particolarmente appassionando alla cucina siciliana, spulciando qua e là sto scoprendo quante delizie si nascondono nei vari angoli dell’Isola…
Oggi per esempio mi sono cimentata nella preparazione dello stocco alla messinese, anche detto “a ghiotta”, una ricetta molto gustosa in cui il pesce, accompagnato da patate, viene fatto cuocere in umido con il pomodoro, i capperi, l’uvetta, i pinoli, le olive…insomma, non è difficile capire il perché dell’appellativo “a ghiotta”!!!
Lo stocco, o stoccafisso, deriva dal merluzzo come il baccalà, ma viene conservato in maniera differente, senza essere messo sotto sale. In ogni caso, se non trovate lo stoccafisso potete realizzare la ricetta col baccalà, naturalmente dissalandolo prima della cottura.
Allora, la volete provare sta ricetta? 😉

Stocco alla messinese (a ghiotta)

Stocco alla messinese (a ghiotta)

Ingredienti per 4 persone:

800 gr di stoccafisso
600 gr di patate
2 coste di sedano
1/2 cipolla
100 gr di olive verdi denocciolate in salamoia
30 gr di pinoli
30 gr di uvetta
3 pomodori grandi e maturi
300 ml di passata di pomodoro
2 foglie di alloro
2 cucchiai di capperi
Olio Extra Vergine di Oliva
Sale, pepe

Preparazione:

Che sia stoccafisso o baccalà, mettere in ammollo per circa 48 ore in acqua fredda e conservare in un contenitore ermetico in frigorifero cambiando l’acqua 3-4 volte al giorno.

Il giorno della cottura, procedere alla preparazione di tutti gli ingredienti.
Tagliare i pomodori a piccoli cubetti.
Mettere in ammollo l’uvetta in acqua fredda.
Se i capperi sono sotto sale, mettere anch’essi in ammollo (se sono sottaceto non c’è bisogno).
Tagliare le olive a rondelle.
Tritare finemente la cipolla e tagliare il sedano a lamelle sottili.
In un tegame capiente, far appassire dolcemente la cipolla ed il sedano, poi ravvivare la fiamma ed aggiungere il pesce con in basso la parte della pelle.
Aggiungere i pomodori e la passata, poi le olive, i capperi, i pinoli e l’uvetta.
Aggiustare di sale e di pepe ed aggiungere anche due foglie d’alloro.
Aggiungere un bicchiere d’acqua, coprire e lasciar cuocere a fiamma bassa per circa 40 minuti.
Nel frattempo, sbucciare le patate, tagliare a spicchi e mettere in ammollo in acqua fredda per eliminare l’amido in eccesso.
Trascorsi i 40 minuti, aggiungere le patate, aggiungere altro mezzo bicchiere d’acqua, coprire nuovamente e lasciar cuocere per altri 40 minuti, finché la salsa non si riduce e le patate sono cotte.
Prima di spegnere il fuoco assaggiare e, se necessario, regolare di sale.
Buon appetito!

Stocco alla messinese (a ghiotta)

Precedente Insalata di polpo e patate Successivo Pasta ammudicata con pomodorini e acciughe

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.