Salvia fritta in pastella

Cari amici, oggi voglio spiegarvi come preparare una semplicissima sfizioseria: la salvia fritta in pastella!!! L’avete mai assaggiata? Sottilissime chips croccanti, rigorosamente fritte, perfette per l’aperitivo, magari accompagnate da un bel calice di vino ghiacciato!

La prima volta che ho assaggiato la salvia fritta in pastella è stata quando ero incinta, e io quando ero incinta mangiavo letteralmente come un maiale, ahahah! L’ha preparata la zia di mio marito: io mi sono piazzata accanto a lei mentre friggeva e ho dimezzato la dose arrivata in tavola al resto della famiglia!

Almeno qua al sud, molte famiglie hanno belle piante di salvia in balcone o in giardino, e questa è un’ottima maniera per utilizzarla. Io infatti la preparo spesso d’estate, perché in villeggiatura è mia madre a curare il giardino, quindi le piante, a differenza di casa mia, sopravvivono e crescono rigogliose! Se vi piace la salvia, provate anche il pesto, è squisito!

Eccovi la ricetta: vedrete, conquisterete anche i più scettici! Come sempre, vi raccomando di seguire le regole di base per una buona frittura, croccante e salutare.

Se volete, potete vedere come ho realizzato la salvia fritta in pastella in diretta facebook!

salvia fritta in pastella
  • Difficoltà:Molto Bassa
  • Preparazione:10 minuti
  • Cottura:5 minuti
  • Porzioni:4 persone
  • Costo:Molto Basso

Ingredienti

  • Salvia 50 foglie
  • Semola di grano duro rimacinata 150 g
  • Birra (fredda) 230 ml
  • Olio extravergine d’oliva 1 cucchiaio
  • Limoni 1/2
  • Olio di semi di arachide 400 ml
  • Sale

Preparazione

  1. Lavate per bene le foglie di salvia, che devono essere grandi e fresche, poi ponetele su carta assorbente o su un canovaccio per farle asciugare.

  2. Nel frattempo, preparate la pastella. Mettete la farina in una ciotola e unite un cucchiaio d’olio extravergine d’oliva e qualche goccia di succo di limone.

  3. Unite la birra a filo lavorando man mano con una frusta per evitare la formazione di grumi.

    La pastella deve risultare liscia e morbida ma non troppo liquida.

  4. In un pentolino, mettete a scaldare due dita d’olio di semi di arachide.

  5. Passate man mano le foglie di salvia dalla pastella e tuffatele nell’olio bollente, non troppe alla volta per non far abbassare la temperatura dell’olio.

  6. Quando sono dorate, riponete le foglioline su carta assorbente e completatele con il sale.

    Servitele calde!!!!

    Buon appetito, la vostra salvia fritta in pastella è pronta per essere gustata!

Note e consigli:

  • Per un ottimo risultato, la birra deve essere freddissima! In alternativa, potete usare dell’acqua frizzante, anch’essa molto fredda;
  • Vi consiglio di salare la salvia dopo averla fritta per evitare schizzi d’olio durante la frittura;
  • Potete anche aromatizzare la pastella con qualche spezia, come il curry, la paprika o lo zafferano.

Seguitemi anche sui social!

Facebook – Instagram – Pinterest – Twitter – Google+ – Youtube

Non perdetevi le mie dirette quotidiane su facebook prima di pranzo!

Iscrivetevi ai miei gruppi facebook “Custodi della cucina siciliana” e “Frittariani”!!!

Per restare sempre aggiornati sulle mie ricette, iscrivetevi alla newsletter!

Precedente Bocconcini di pollo menta e robiola Successivo Panini dolci bicolore al vapore

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.