Crea sito

Ravioli dolci fritti, ricetta ragusana

Ravioli dolci fritti, ricetta ragusana

Cari amici, oggi voglio portarvi nel cuore della tradizione gastronomica di Ragusa, la mia città, con i ravioli dolci fritti alla ricotta, un classico dolce “della nonna” che offrono come dessert in tutte le trattorie.
Il menù tradizionale rustico ragusano prevede immancabilmente come primo un bel piatto di cavati e ravioli al sugo di maiale, nel quale la ricotta dei ravioli è dolce: l’abbinamento col sugo di maiale è fantastico!
Per fare contenti i bimbi (e non solo loro!), le nonne mettono sempre da parte un po’ di ravioli per poterli friggere e servire con lo zucchero, ma naturalmente non è necessario avere della pasta “avanzata” per farli: si possono anche preparare per il puro piacere di gustarli!
Per rendere ancora più speciali i miei ravioli dolci fritti alla ricotta, ho scelto di utilizzare la farina Margherito, un grano antico siciliano particolarmente pregiato, che si presta benissimo alla lavorazione della pasta fresca.
Eh sì, perché l’impasto di questi ravioli è fatto semplicemente di acqua e farina, senza uova né zucchero, né tantomeno lievito!
E, quando voglio utilizzare le farine di grani antichi, vado a colpo sicuro acquistando le semole Damigella, di altissima qualità e comodamente conservate sottovuoto, tecnica che le aiuta a mantenere inalterate tutte le proprietà organolettiche!
Eccovi la ricetta: provatela, e fatemi sapere!!!

Se vi piacciono i dolci fritti, provate anche i cutume’, sono deliziosi!

Potete acquistare i prodotti Damigella direttamente online, oppure in tutti i supermercati Despar della Sicilia, nel settore biologico.

Sponsorizzato da Grani Antichi Damigella

Ravioli dolci fritti, ricetta ragusana
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo15 Minuti
  • Tempo di cottura5 Minuti
  • Porzioni30 ravioli circa
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per l’impasto:

  • 200 gfarina di grano duro (meglio ancora di grani antichi, come Margherito o Senatore Cappelli)
  • q.b.acqua
  • 1 pizzicosale

Per il ripieno:

  • 250 gricotta
  • 50 gzucchero

Per la frittura e finitura:

  • 300 mlolio di semi di arachide
  • 50 gzucchero
  • q.b.cannella in polvere

Vi occorrono:

  • 3 Ciotole
  • 1 Macchina per pasta o mattarello
  • 1 Forchetta
  • 1 Cucchiaio
  • 1 Setaccio
  • 1 Stampino per ravioli
  • 1 Pentolino
  • 1 Mestolo forato
  • Carta assorbente

Preparazione

  1. Per prima cosa, setacciate la farina per farle prendere aria e mettetela in una ciotola.

    Aggiungete un pizzico di sale, poi unite acqua q.b. a filo fino a quando tutta la farina non è amalgamata: l’impasto deve essere compatto e non troppo molle.

  2. Continuate a lavorare l’impasto su una spianatoia infarinata fino a quando non risulta liscio ed elastico, poi avvolgetelo nella pellicola e fatelo riposare 15 minuti per farlo stabilizzare.

  3. Nel frattempo, lavorate la ricotta (che non deve essere di giornata perché è troppo acquosa) con la forchetta, poi setacciatela.

    Aggiungete lo zucchero, mischiate bene per farlo amalgamare alla ricotta e setacciate nuovamente.

  4. A mano o con la macchina stendipasta, stendete il vostro panetto fino a renderlo sottile (ma non sottilissimo, terzultima tacca della macchina stendipasta).

  5. Sistemate tanti cumuletti di ricotta sulle vostre sfoglie di pasta fresca, poi ripiegate la pasta su se stessa lasciando i cumuletti ben coperti.

    Ripassate tutti i contorni con le dita pressando per bene, per evitare che i ravioli si aprano in cottura.

  6. A questo punto, mettete a scaldare 2-3 dita d’olio in un pentolino a bordi alti e, quando è ben caldo, friggete man mano i vostri ravioli fino a farli dorare: ATTENZIONE! Non friggete i ravioli troppo a lungo, la ricotta calda tende a gonfiare e se all’interno del raviolo si concentra troppo calore tende a scoppiare, sporcando tutta la cucina… parlo per esperienza, eheheh!

  7. Man mano che sono dorati, trasferite i vostri ravioli su carta assorbente e passateli esternamente dallo zucchero semolato.

    Completate a piacere con una spolverata di cannella.

    Buon appetito, i vostri ravioli dolci fritti ripieni di ricotta sono pronti per essere gustati!

Note e consigli:

Se preferite un impasto più duro, anche se non è necessario, potete aggiungere un uovo ogni 200 g di farina.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.