Ravioli cinesi di verdura alla piastra

Ravioli cinesi di verdura alla piastra_-3

Cari lettori, oggi, per variare un po’, vi propongo un piatto orientale: i ravioli cinesi di verdura alla piastra, una vera squisitezza!

Confesso che per il cibo cinese ho una vera e propria predilezione: non so perché, ma al solo odore di salsa di soia e compagnia mi aumenta la salivazione!!!

Il grosso problema legato in genere ai ristoranti cinesi è però la dubbia provenienza del cibo e, spesso (non dappertutto, fortunatamente!), la scarsa attenzione per le norme igieniche di preparazione.

Preparandoci le cose a casa risolviamo il problema: sappiamo cosa mangiamo senza rinunciare a cotanto godimento!

Dopo avervi mostrato i ravioli di maiale e quelli di gamberi al vapore, oggi voglio stuzzicarvi con quelli vegetariani, prima cotti al vapore e poi ripassati in padella, proprio come al ristorante!

L’impasto vi stupirà per la sua semplicità! Potete accompagnare i vostri ravioli cinesi alla piastra con la salsa di soia oppure con la salsa agrodolce, che si prepara in pochi minuti.

Se volete, potete vedere come ho realizzato i ravioli cinesi di verdura alla piastra in diretta facebook!

Ravioli cinesi di verdura alla piastra_-2
  • Preparazione: 20 Minuti
  • Cottura: 15 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 20 ravioli
  • Costo: Economico

Ingredienti

Per l'impasto:

  • 200 g Farina 0 (oppure 00)
  • q.b. Acqua
  • 1 pizzico Sale

Per il ripieno:

  • 150 g Cavolo cappuccio (oppure coppa cinese)
  • 150 g Piselli
  • 2 Carote
  • 4 Cipollotto fresco
  • 3 cucchiai Salsa di soia
  • 1 cucchiaio Zenzero in polvere (oppure 1/2 cm di zenzero fresco grattugiato)
  • 1 pizzico Sale

Per la cottura al vapore:

  • Qualche foglie Cavolo cappuccio (oppure verza oppure lattuga)

Preparazione

  1. Per prima cosa, preparate l’impasto, che si fa esattamente come quello della pasta fresca senza uova.

    Mettete la farina in una ciotola, aggiungete un pizzico di sale e poi unite l’acqua a filo lavorando nel frattempo l’impasto con l’altra mano fino a quando tutta la farina non è ben amalgamata.

  2. Continuate a lavorare l’impasto su una spianatoia infarinata fino a quando non risulta liscio ed elastico, poi fate una palla, avvolgetelo nella pellicola e fatelo riposare 10 minuti in frigorifero.

  3. Nel frattempo, occupatevi del ripieno.

    Per prima cosa, ripulite le verdure: tagliate il cavolo cappuccio a listarelle e poi tritatelo al coltello.

    Pelate le carote e tagliatele a cubetti molto piccoli, poi ripulite i cipollotti degli strati più esterni, tagliateli a rondelle e poi tritateli.

    Se li utilizzate surgelati, sbollentate i piselli per un paio di minuti.

  4. Unite tutte le verdure in una ciotola e conditele con lo zenzero, la salsa di soia e un pizzico di sale (occhio a non esagerare perché la salsa è salata!).

    Mischiate per bene per fare insaporire tutti gli ingredienti.

  5. Stendete l’impasto molto sottilmente, a mano o con la sfogliatrice (arrivando alla penultiuma tacca), poi ritagliate tanti cerchi con l’ausilio di un coppapasta.

  6. Sistemate un cumuletto di condimento al centro di ogni cerchio e poi richiudete i ravioli a piacimento, come fossero calzoncini, come fossero tortelloni o creando una croce in superficie: esistono moltissime maniere per dare la forma ai ravioli cinesi, io personalmente mi limito alle più semplici!!!

  7. Rivestite la vaporiera (in bambù, in metallo o elettrica, vanno bene tutte!) con le foglie di cavolo cappuccio e adagiatevi sopra i ravioli.

    Chiudete con il coperchio e posizionatela sul wok (o sulla pentola) riempito con qualche dito d’acqua.

  8. Mettete sul fuoco a fiamma alta per un paio di minuti, poi abbassate la fiamma e proseguite per altri 8 minuti.

  9. Scaldate un filo d’olio in padella, aggiungete i ravioli e fateli rosolare uno-due minuti per lato.

    Servite i ravioli cinesi di verdura alla piastra accompagnati da salsa di soia o dalla salsa agrodolce.

    Buon appetito!

Note e consigli:

  • Potete variare il ripieno dei ravioli a vostro piacimento, anche arricchendolo con dei funghi. Vi consiglio di non omettere mai il cipollotto e la verza;
  • Potete gustare questi ravioli anche semplicemente cotti al vapore;
  • Vi consiglio di consumare subito i ravioli perché poi si asciugano e sono meno buoni.

    Seguitemi anche sui social!

    Facebook – Instagram – Pinterest – Twitter – Google+ – Youtube

    Non perdetevi le mie dirette quotidiane su facebook prima di pranzo!

    Iscrivetevi ai miei gruppi facebook “Custodi della cucina siciliana” e “Frittariani”!!!

    Per restare sempre aggiornati sulle mie ricette, iscrivetevi alla newsletter!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

4 Risposte a “Ravioli cinesi di verdura alla piastra”

  1. Comunque dovresti riguardarti dal diffamare i ristoranti cinesi a inizio ricetta. Non solo non è utile per la preparazione del piatto, ma è anche diffamazione pura e razzismo e sospetto endemico della persona italiana media. Correggi per cortesia.

    1. Mamma mia Jennifer che accuse pesanti! Qua non c’entra nulla il razzismo, sentimento che mi è assolutamente estraneo, e proprio per questo se ho da fare una critica la faccio a prescindere dalla provenienza geografica. L’articolo ha un paio d’anni e io, che sono appassionata di cibo cinese, ho girato davvero moltissimi ristoranti cinesi, di cui molti ahimè improvvisati e poco puliti, solo a base di prodotti preconfezionati surgelati. Così come ne ho provati di eccellenti per carità, ma erano l’eccezione e non la regola.
      Devo dire che la tendenza ultimamente è cambiata e ne sono contenta, quindi seguirò il tuo consiglio rinnovando il contenuto, che non guardavo da un po’, ma unicamente perché non è più attuale ed è giusto correggere ma davvero, riflettici due volte prima di fare accuse del genere, che mi fanno solo sorridere perché ovviamente non hai idea della mia ideologia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.