Crea sito

Mafalda siciliana con farina di grano duro

Mafalda siciliana con farina di grano duro

La mafalda siciliana è un pane molto friabile e morbido diffuso un po’ in tutta la Sicilia, ma conosciuto soprattutto a Palermo, dove si gusta tradizionalmente con panelle e crocche’. C’è chi la prepara solo con farina di grano tenero, chi con una miscela di grano tenero e grano duro e chi con solo grano duro, che è la versione che preferisco: la trovo qualitativamente migliore anche in termini di conservazione: questo pane a me è rimasto morbido per due giorni, e di rado succede quando lo compro! La particolarità delle mafalde, oltre alla forma, è che sono ricoperte di sesamo (a Palermo cimino), caratteristica che ne fa dedurre le origini arabe, dato che i semi di sesamo avevano una grande importanza nella gastronomia araba La loro preparazione è semplice e non richiede troppa manualità, e il risultato è davvero ottimo! Se volete, potete vedere come ho preparato la mafalda siciliana anche in diretta facebook. Eccovi intanto la ricetta con foto passo passo!


Ho anche realizzato una cooking class virtuale assieme alla mia bimba per preparare le mafalde, se vi va potete seguirla!
  • DifficoltàBassa
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione6 Ore
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni6-8 mafalde
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gFarina di grano duro (semola rimacinata)
  • 350 mlAcqua
  • 1 gLievito di birra secco
  • 1 pizzicoZucchero
  • 50 mlOlio extravergine d’oliva
  • 1 cucchiainoSale
  • 20 gSemi di sesamo

Preparazione

  1. Sciogliete il lievito nell’acqua tiepida con lo zucchero.

  2. Mettete la farina in una ciotola e aggiungete l’acqua a filo lavorando con una mano fino a quando non è tutta amalgamata.

  3. Unite anche l’olio continuando a impastare, infine aggiungete il sale.

  4. Trasferite su una spianatoia infarinata e continuate a lavorare l’impasto fino a quando risulta liscio ed elastico.

  5. Ungete una ciotola capiente e sistemate il panetto all’interno, poi coprite con la pellicola trasparente e lasciate lievitare fino al raddoppio, ci vorranno circa tre ore.

  6. Dividete l’impasto in sei-otto parti. Stendete ogni panetto sottilmente e arrotolatelo su se stesso, formando un cordoncino.

  7. Ripiegate come in foto per dare la forma che preferite alle vostre mafalde, poi trasferitele in una teglia rivestita di carta forno e copritele nuovamente. Lasciate lievitare per altre due-tre ore.

  8. A lievitazione completata, spennellate la superficie del pane con un po’ d’acqua e aggiungete i semi di sesamo.

  9. Scaldate il forno a 190° in modalità ventilata e mettete al suo interno una ciotolina piena d’acqua. Infornate il pane nella parte centrale del forno e fatelo cuocere per dieci minuti.

  10. Togliete la ciotolina, abbassate la temperatura a 170° e cuocete per altri 10 minuti, poi estraete le mafalde dal forno, lasciatele intiepidire e gustate. Buon appetito!

Note e consigli:

– Se volete ridurre i tempi di lievitazione, dovete aumentare la quantità di lievito (ma l’impasto finale sarà meno digeribile);

– Se preferite, potete fare l’impasto con l’ausilio dell’impastatrice;

– Al posto del lievito di birra secco potete utilizzare quello fresco (ne serve il triplo, quindi 3 gr);

– Potete realizzare la mafalda siciliana anche con altri tipi di farine;

– Potete cuocere il pane in forno statico aumentando di una ventina di gradi la temperatura del forno;

– Le quantità di acqua sono indicative e potrebbero variare in base alla farina e ai tempi atmosferici;

– Per essere sicuri che il pane sia cotto, “bussate” sulla base: se sembra vuoto, il pane è cotto.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

2 Risposte a “Mafalda siciliana con farina di grano duro”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.