Gamberi e calamari gratinati al forno

Se state cercando un secondo di mare semplice da preparare e sfizioso da gustare, non lasciatevi sfuggire la ricetta di oggi: gamberi e calamari gratinati al forno!

Come sempre, vi consiglio di acquistare il pesce fresco, perché ha tutto un altro sapore e consistenza rispetto a quello surgelato.

Una volta ripuliti i gamberi (se non sapete come fare, leggete il mio tutorial su come pulire i crostacei!) e i calamari (che potete chiedere al pescivendolo di eviscerare al posto vostro), il gioco è fatto: condite, dieci minuti in forno e il pasto è servito!

Potete aromatizzare i gamberi e calamari gratinati a vostro piacimento, il consiglio che vi do è quello di utilizzare pangrattato fatto in casa (non c’è niente di più buono della panatura della nonna!), dalla grana più rustica, per rendere il piatto più croccante.

Eccovi la ricetta!

GAMBERI E CALAMARI GRATINATI-2
  • Difficoltà:Bassa
  • Preparazione:20 minuti
  • Cottura:10 minuti
  • Porzioni:4 persone
  • Costo:Medio

Ingredienti

  • Calamari (eviscerati) 3
  • Gamberi 700 g
  • Pane raffermo 200 g
  • Erbe aromatiche (timo, menta, prezzemolo, maggiorana…)
  • Limoni 1/2
  • Olio extravergine d’oliva
  • Sale
  • Peperoncino

Preparazione

  1. Per prima cosa, ripulite i gamberi dalla testa e il carapace ma lasciate le code, che li rendono esteticamente più gradevoli.

    Eliminate anche il midollino nero con l’ausilio di uno stecchino, poi sciacquate.

  2. Eliminate la pelle dai calamari, sciacquateli bene e tagliateli a rondelle.

  3. Grattugiate il pane raffermo e ripassatelo in padella qualche minuto per farlo asciugare.

  4. Tritate le erbe aromatiche (io ho usato menta, maggiorana, rosmarino ed erba cipollina ma potete variarle a piacimento) e mettetele in una ciotola col pane raffermo.

  5. Condite il pane anche con un pizzico di sale e pepe e un po’ d’olio, tanto quanto basta per inumidirlo uniformemente.

  6. Tagliate il limone a fettine.

  7. Mettete i gamberi e i calamari in un recipiente e conditeli con un filo d’olio, poi aggiungete metà del pangrattato e le fette di limone.

  8. Rivestite una teglia con carta forno e trasferiteci il pesce, poi sistematelo in maniera da non sovrapporlo, così da fare incroccantire per bene il tutto.

  9. Completate con un altro po’ di pangrattato in superficie e un filo d’olio e cuocete in forno ventilato preriscaldato a 200° per 10-12 minuti.

    Estraete i gamberi e calamari gratinati dal forno e servite caldi: buon appetito!

Note e consigli:

  • Vi consiglio di utilizzare il pesce fresco ma se volete potete utilizzare quello surgelato (dopo averlo scongelato!);
  • Se vi piace, potete aggiungere qualche spicchio d’aglio al pesce;
  • Potete cuocere il piatto anche in forno statico a 220° per circa 15 minuti.

Seguitemi anche sui social!

Facebook – Instagram – Pinterest – Twitter – Google+ – Youtube

Per restare sempre aggiornati sulle mie ricette, iscrivetevi alla newsletter!

Precedente Cutumè - frittelline di ricotta al miele Successivo Scacciate catanesi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.