Dove ho mangiato – Locanda Don Serafino (**)

Per il mio compleanno, il 7 luglio, il mio dolce Emilagna mi ha portata a mangiare alla Locanda Don Serafino, un ristorante molto chic nel cuore di Ragusa Ibla (la parte storica della mia città), che, anche grazie al suo bravissimo Chef Vincenzo Candiano, ha ben due stelle Michelin.
Alla Locanda è anche possibile soggiornare in poche ma bellissime stanze in una cornice davvero suggestiva.

Dove ho mangiato - Locanda Don Serafino (**)
Foto presa da: http://www.locandadonserafino.it

Dove ho mangiato – Locanda Don Serafino (**)

– Location – 4 ½ / 5

La location della Locanda Don Serafino è davvero meravigliosa, un antico casale ristrutturato alla perfezione: gli interni sono in pietra viva, e creano un ambiente rustico ed avvolgente. Molto bello anche l’arredamento, elegante e raffinato, tavoli ampi e comodi e luce soffusa, davvero una cornice incantevole.

Perché non ho dato 5? Volevamo cenare in terrazza, ma…non era “ancora” aperta: considerando che faccio il compleanno il 7 luglio, e che c’erano 40 gradi all’ombra…ho letto la cosa come un vero e proprio disservizio.

– Servizio – 3 / 5

Il servizio, francamente, non mi è piaciuto molto. Diciamo che “se la sono giocata male” già al momento della prenotazione: mio marito ha chiamato chiedendo se fosse possibile riservare un tavolo per le 21. A parte il discorso dell’esterno non disponibile, che vi ho già spiegato nel primo punto, la risposta è stata: “Non potete anticipare? Alle 21 ci viene male”. Ora, in piena estate, quando da noi in Sicilia alle 20.30 è praticamente ancora giorno, come si può definire “tardiva” una cena alle 21? Non so chi fosse l’addetto alle prenotazioni telefoniche, ma di certo non è stato molto cortese.
Altra pecca: arriviamo, il cameriere ci fa accomodare e ci domanda se gradiamo due calici di Champagne. Accettiamo ben volentieri, ma quando apriamo il menù scopriamo che…avevamo già speso 30€, ovvero 15€ a calice! Una bella caduta di stile per un posto dove la bottiglia più economica costa 40€ e dove, poco che tu possa mangiare, spendi 120-130€ a testa…non credete?
Per il resto, uno dei camerieri è stato attento e simpatico, altre ragazze un po’ meno e la descrizione dei piatti non è stata sempre esaustiva al 100%: tutto sommato non male, ma eravamo ormai prevenuti dall’impatto iniziale non troppo positivo.

– Cibo – 4 ½ / 5

A dispetto di questi problemini con il servizio, devo dire che la cena mi è piaciuta davvero moltissimo.
Piatti molto belli ed anche molto buoni, mai scontati e davvero deliziosi.
Particolarmente degni di nota sono stati la tartare di asino fra gli antipasti, meravigliosa, ed il primo piatto, degli spaghetti al nero di seppia con ricotta e ricci.
Deliziosa, nonché presentata in maniera egregia, anche la coscia di quaglia ripiena (peccato per l’accompagnamento con una piccola millefoglie di patate che però erano un po’ crude).
Forse alla selezione di formaggi (accompagnati comunque da ottime marmellate artigianali) avrei preferito un’altra chicca culinaria dello Chef, anche se li ho trovati buoni e bilanciati.
Ciò che mi è piaciuto un po’ meno sono stati i dolci: ad eccezione di una squisita crème brulée alla carruba, erano tutti un po’ troppo “cioccolatosi” e poco indicati per concludere un pasto…avrei preferito qualcosa di più fresco e leggero.

Dove ho mangiato - Locanda Don Serafino (**)

Prezzo – 3 / 5

Eccoci all’altra nota dolente della serata! Come già accennato a proposito del servizio, praticamente appena seduti avevamo già speso 30€ a nostra insaputa. Abbiamo scelto il menù degustazione intermedio (6 portate €110 a persona) e non abbiamo fatto il percorso degustativo vini perché ci è sembrato troppo caro (55€ a persona).
In totale, abbiamo speso più di 300€ (se non erro circa 320€), cifra che, considerando che abbiamo scelto un vino non troppo caro e che il menù prevedeva solo 6 portate, ho trovato francamente davvero eccessivo, pur riconoscendo l’eccellente valore culinario dello Chef.

Precedente Dove ho mangiato - Ristorante La Fenice (*) Successivo Come preparare un buon ragù

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.