Crea sito

Caponata di melanzane – ricetta siciliana

caponata di melanzane-6

La caponata di melanzane è uno dei piatti più tipici e conosciuti della cucina siciliana, una delle grandi protagoniste estive assieme alla parmigiana e alla norma.
Ogni provincia, ogni comune, ma direi anche ogni famiglia, ha la propria ricetta della caponata di melanzane, prelibatezza dal caratteristico gusto agrodolce.
L’origine del piatto è incerta, ma sicuramente le infinite varianti di questa ricetta derivano anche dal fatto che la si preparava con ciò che offriva l’orto, quindi poteva essere più o meno ricca secondo la stagione.
Quella dell’agrodolce, infatti, è una tecnica di conservazione antica, che si rivelava particolarmente utile quando non esistevano i frigoriferi. Lo zucchero e l’aceto sono degli ottimi conservanti naturali e permettono di gustare gli ortaggi anche dopo diverso tempo dalla preparazione.
Come vi dicevo prima, non esiste una caponata “giusta” o “sbagliata”, è un piatto che si può personalizzare a piacimento, stando ovviamente sempre attenti al bilanciamento dei sapori.
Eccovi la mia ricetta!

Caponata di melanzane - ricetta siciliana
  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni4-6 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1.5 kgmelanzane
  • 1cipolla (bella grossa)
  • 4carote
  • 5 costesedano
  • 300 gpomodorini
  • 300 golive verdi (sottolio)
  • 1 cucchiaiocapperi
  • 2 cucchiaiconcentrato di pomodoro (meglio se estratto di pomodoro)
  • 2 cucchiaiuvetta
  • 1 mazzettobasilico
  • 1 tazza da caffèaceto di mele
  • 1 cucchiainozucchero
  • peperoncino
  • sale
  • olio extravergine d’oliva
  • 40 gmandorle tostate

Preparazione

  1. Per prima cosa, occupatevi della preparazione delle melanzane.

    Privatele delle estremità, sciacquatele e tagliatele a cubetti, poi riponete tutto in un colapasta e cospargete di sale.

    Lasciate riposare mezzoretta per eliminare il liquido amarognolo di vegetazione, poi sciacquate e strizzate con le mani.

  2. Friggete le melanzane in una padella con un dito d’olio extravergine d’oliva (in alternativa, potete utilizzare l’olio di semi di arachide).

    Riponete man mano i cubetti di melanzana fritta su carta assorbente.

    Il mio consiglio, se potete, è quello di friggere le melanzane con qualche oretta d’anticipo, o addirittura il giorno prima, e di riporle in un colapasta con un peso sopra per eliminare l’olio in eccesso che hanno assorbito durante la frittura, dato che sono molto spugnose.

  3. Adesso occupatevi degli altri ortaggi.

    Pelate le carote e tagliatele a rondelle.

  4. Lavate per bene le coste di sedano e tagliatele a listarelle, poi tagliate i pomodorini a metà.

  5. caponata di melanzane passo passo 1

    Pelate la cipolla e tagliatela a fettine sottili.

    Se sono intere, denocciolate le olive.

  6. Mettete l’uvetta in ammollo in acqua fredda per almeno 15 minuti.

  7. Fate soffriggere la cipolla in una padella capiente a bordi alti con un giro d’olio extravergine d’oliva, poi unite carote e sedano e fate cuocere per qualche altro minuto.

  8. caponata di melanzane passo passo 2

    Tritate i capperi e aggiungeteli in padella, aggiungete anche le olive e poi unite i pomodorini.

  9. Lasciate cuocere per circa un quarto d’ora, poi unite le melanzane e fate insaporire.

  10. Aggiungete l’estratto di pomodoro direttamente in padella (in alternativa, mettete 200 ml di passata di pomodoro) e fatelo sciogliere.

    Unite anche l’uvetta ammollata (io preferisco tritarla ma potete anche lasciarla intera).

    Tritate il basilico e unitelo agli ingredienti in padella.

    Salate e aggiungete un pizzico di peperoncino.

  11. caponata di melanzane passo passo 3

    Adesso preparate l’agrodolce: sciogliete lo zucchero nell’aceto e aggiungete alla preparazione.

  12. Lasciate cuocere per un’altra decina di minuti per fare evaporare l’aceto.

  13. Spegnete la fiamma e lasciate raffreddare, poi completate con una manciata di mandorle tritate.

    Buon appetito, la vostra caponata di melanzane è pronta per essere gustata!

Note e consigli:

– Potete sostituire l’aceto di mele con quello di vino bianco;

– Potete sostituire le mandorle con i pinoli tostati in padella;

– Come tutte le preparazioni in agrodolce, la caponata non va gustata calda ma a temperatura ambiente. Potete conservarla per un paio di giorni in un contenitore ermetico senza bisogno di metterla in frigorifero.

– Potete mettere la caponata sottolio e riporla in barattoli sterilizzati: se riposta in un ambiente fresco e asciutto, potrete conservarla per lunghi periodi.

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.