Brioche col tuppo siciliane – ricetta originale

Lo so, pur essendo una paladina della cucina siciliana, per la ricetta delle brioche col tuppo vi ho fatti attendere tantissimo, ma ci tenevo a darvela davvero “corretta”, e prima di riuscirci ho dovuto sperimentare molte volte, spesso con risultati scadenti.

Sono tanti, infatti, gli accorgimenti da avere in casa per fare delle brioche “che si rispettino”, e il loro problema principale è la conservazione (non a caso, nei bar le servono appena sfornate): ma andiamo con ordine!

La prima cosa fondamentale è creare un impasto morbido, ben elastico e con una percentuale abbastanza alta di grassi (burro e uova), poi bisogna avere la pazienza di lasciare lievitare bene e infine non bisogna sbagliare nella cottura, che deve rigorosamente avvenire al centro del forno per evitare che la base o la superficie si brucino diventando dure.

Per la conservazione, la soluzione migliore sarebbe quella che si utilizza anche per pandori e panettoni: dotarsi di piccoli sacchettini per surgelati e spruzzare un po’ d’alcol all’interno con il sifone.

In alternativa, una volta ultimata la lievitazione, le brioche possono essere surgelate da crude e cotte all’occorrenza.

Spero che la mia ricetta delle brioche col tuppo siciliane possa soddisfare le vostre aspettative: mi raccomando, gustatele rigorosamente accompagnate dalla granita (di limone, fragola, mandorla o caffè) o farcite con il gelato!

Brioche col tuppo siciliane - ricetta originale
  • Difficoltà:Media
  • Preparazione:8 ore
  • Cottura:20 minuti
  • Porzioni:10-12 brioche
  • Costo:Molto Basso

Ingredienti

Per l’impasto:

  • Farina Manitoba 500 g
  • Lievito di birra secco 1 cucchiaino
  • Latte 180 ml
  • Zucchero 100 g
  • Uova 3
  • Miele 2 cucchiai
  • Rum 1 cucchiaino
  • Burro (a temperatura ambiente) 90 g

Per la finitura:

  • Latte 4 cucchiai
  • Zucchero a velo q.b.

Preparazione

  1. Per prima cosa, mettere 100 gr di farina in una ciotola con il latte, il lievito e il miele.

    Mischiare tutto con un cucchiaio di legno e lasciare riposare 20 minuti.

  2. Versare la restante farina nell’impastatrice e unire il lievitino, lo zucchero e il rum, poi aggiungere un uovo alla volta continuando a impastare finché l’impasto non inizia a incordarsi (che significa restare appiccicato al gancio iniziale piuttosto che al vaso).

  3. Unire il burro morbido un pezzettino alla volta facendolo man mano amalgamare all’impasto finché non si incorda nuovamente.

  4. Coprire con pellicola trasparente e lasciare lievitare 3-4 ore (l’impasto dovrebbe quasi triplicare).

  5. Trascorso questo tempo, stendere l’impasto delicatamente per formare un cilindro e ritagliare tanti pezzi di circa 85-90 gr.

  6. Ritagliare un pezzettino da ogni disco (circa 10 grammi), che sarà poi il tuppo delle brioche.

  7. Molto delicatamente, lavorare i pezzi d’impasto per conferire loro una forma circolare e poi poggiare su una teglia rivestita di carta forno distanziando bene fra loro le brioche.

  8. Con il dito, schiacciare il centro di ogni brioche e adagiarvici il tuppo.

  9. Spennellare con un po’ di latte e lasciare lievitare altre 2h30 circa.

  10. Rispennellare le brioche con il latte e cuocere in forno statico a 180° nella parte centrale del forno per 18-20 minuti, fino a leggera doratura.

  11. Estrarre dal forno, cospargere di zucchero a velo e servire.

    Buon appetito, le vostre brioche col tuppo siciliane sono pronte!

  12. Brioche col tuppo siciliane - ricetta originale

Note e consigli:

  • La farina manitoba può essere sostituita da altre farine forti ed eventualmente miscelata con la farina 00 per garantire una maggiore morbidezza;
  • La quantità di lievito può essere aumentata per ridurre i tempi di lievitazione (ma il risultato sarà meno digeribile);
  • Consiglio di conservare le brioche in sacchettini con alcol vaporizzato per una maggiore fragranza. In alternativa, se si gustano il giorno dopo la preparazione, l’ideale è scaldare le brioche in un fornetto elettrico qualche minuto prima del consumo.

Seguitemi anche sui social!

Facebook – Instagram – Pinterest – Twitter – Google+ – Youtube

Per restare sempre aggiornati sulle mie ricette, iscrivetevi alla newsletter!

Precedente Straccetti di maiale alla salsa di soia con verdure Successivo Pasta stracchino, curcuma e salame con pistacchi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.