Crea sito

Baccalà in pastella

baccalà in pastella

Se è vero che in cucina mi piace innovare, ci sono cose sulle quali sono super tradizionalista: una di queste è il baccalà a Natale, per me è d’obbligo!

Oggi vi spiego come preparare il baccalà in pastella, fritto come da tradizione e con un esterno croccantissimo!

D’altronde, si dice che il baccalà porti fortuna: è vero che io non sono una persona a cui la dea bendata è particolarmente affezionata, ma proprio per questo cerco di mangiarmi sempre la mia dose… Se sono sfortunata col baccalà, figuriamoci senza ahahaha!

Il baccalà in pastella che vi propongo prevede l’utilizzo della birra, che deve essere ben fredda, ma in alternativa potete sostituirla con l’acqua frizzante.

Eccovi la ricetta!

Se preferite, potete anche preparare il baccalà fritto con la farina, è ottimo in ogni caso!

Baccalà in pastella
  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo3 Giorni
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 800 gBaccalà
  • 150 gFarina
  • 230 mlBirra (ben fredda)
  • 1 cucchiaioOlio extravergine d’oliva
  • 1/2Limoni
  • Sale
  • Prezzemolo
  • 1.5 lOlio di semi di arachide

Preparazione

  1. La prima cosa che dovete fare è ammollare il baccalà, mettendolo in ammollo in acqua fredda per 2-3 giorni avendo cura di cambiare l’acqua 3-4 volte al giorno.

    Potete anche acquistare il baccalà dissalato ma personalmente rimango sempre un po’ delusa dalla qualità e preferisco metterlo in ammollo a casa mia.

  2. Quando il baccalà è pronto, sciacquatelo e poi tamponatelo per bene con carta assorbente.

  3. Tagliate il pesce a tocchetti, tagliando via le pinne ed eventuali parti dure, poi tirate via la pelle (viene via facilmente).

    Eliminate quante più spine potete in modo da permettere ai commensali di mangiare comodamente i loro pezzettini di baccalà in pastella.

  4. Adesso preparate la pastella: mettete la farina in una ciotola e unite un cucchiaio d’olio e un pizzico di sale.

  5. Versate a filo la birra lavorando nel frattempo con una frusta, infine aggiungete qualche goccia di succo di limone.

  6. Mettete a scaldare abbondante olio di semi e, quando è ben caldo (fate la prova della mollichina: se immergendola nell’olio bollente sfrigola, l’olio è pronto!) immergete i tocchetti di baccalà nella pastella e friggeteli a poco a poco.

  7. Sistemate man mano i bocconcini di baccalà dorati e fritti su carta assorbente.

    Quando avete finito, sistemate il baccalà in pastella su un piatto da portata, completate con una manciata di prezzemolo tritato e servite: buon appetito!

Note e consigli:

– Potete sostituire la birra con l’acqua frizzante, l’importante è che sia ben fredda;

– Come tutti i fritti, per essere gustato al massimo il baccalà in pastella va mangiato caldo.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.